corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


I DOLCI DI SONIA BALACCHI ALLE NAZIONI UNITE

New York, i dolci della Pastry Queen Sonia Balacchi raccontano la tavola italiana al “Palazzo di Vetro”

Sonia e i suoi dolciLa riminese Sonia Balacchi, campionessa del mondo di pasticceria di SIGEP 2012, crea dolci e dessert dell’Italian Food Festival, organizzato dalla Rappresentanza Permanente d’Italia alle Nazioni Unite al “Palazzo di Vetro” di New York, per celebrare i sessanta anni dell’Italia all’ONU.

Storia, tradizione e creatività della grande cucina italiano entrano alle Nazioni Unite. Dal 7 al 14 dicembre 2015 saranno chef e pastry chef del nostro Paese a realizzare pranzi, cene, colazioni e brunch per ambasciatori, diplomatici e rappresentanti ONU. Nella sale della Delegates Dining Room, vista straordinaria con vetrate a picco sulle acque dell’East River al confine estremo dell’isola di Manhattan, i menù saranno realizzati da alcuni fuoriclasse della cucina tricolore, tra i quali troviamo chef stellati come Filippo La Mantia, Michele Bragiola, Stefano Tammetta e alla pasticceria la riminese doc, Sonia Balacchi.

Sonia Balacchi e amabasciatore italiano ONU Sebastiano CardiSonia è l’unica donna mai diventata campione del mondo di pasticceria, titolo conquistato a Rimini durante Sigep 2012, la grande manifestazione internazionale su gelato, dolci e arte bianca organizzata ogni anno a Rimini Fiera. Dal suo locale di Villa Verrucchio, “Cantina della Gea”, un vero e proprio “pastry resort”, arriva oggi a presentare le sue creazioni durante una manifestazione che riprende i messaggi e i contenuti di promozione della nostra cultura del cibo per festeggiare i 60 anni di presenza italiana all’interno delle Nazioni Unite.

Infatti, la dieta mediterranea diventata nel 2010 patrimonio dell’Umanità nelle liste dell’UNESCO, si integra in pieno con gli obiettivi ONU per un’alimentazione sana e sostenibile, pienamente espressi nella Carta di Milano, presentata nel corso di EXPO Milano 2015 e consegnata al Segretario Generale dell’ONU il 16 ottobre, nella Giornata Mondiale dell’Alimentazione.

“È un’esperienza straordinaria, sono in un luogo al centro della vita di ognuno di noi e ho la possibilità di raccontare con il mio lavoro e la mia passione, un parte della tradizione del mio Paese – spiega Sonia Balacchi - nell’indossare con orgoglio la giacca da cioccolatiera ogni giorno, mi impegno per dare il massimo di professionalità e apprendere tutto ciò che può contribuire ad accrescerla ed è quello che farò anche in questi giorni a New York. Presenterò dei classici come la torta la cioccolato con cui ho vinto il mondiale dolci più creativi come quello che chiamato fenice”.

Sonia Dessert Fenice

.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano