corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


KO PHI PHI: LO SHANGRI-LA THAILANDESE

phi-phi-islandImmaginate delle spiagge bianche e deserte, aggiungete un mare trasparente dalle mille tonalità di verde, togliete le strade e unite un pò di rocce appuntite che spuntano dal mare, mescolate il tutto ed ecco Phi Phi Island. In questo incantevole arcipelago della Thailandia, il vero Shangri-la è Ko Phi Phi: la ragazza che ama far festa, come la chiamano da queste parti. Innanzitutto
perché si compone di due isole Phi Phi Don e Phi Phi Le più una serie di isolotti corallini e faraglioni disabitati che s’innalzano come geyser di roccia su un mare di bellezza incomparabile; e poi
phi phi islandperché in nessun’altra località come a Ko Phi Phi troviamo spiagge magnifiche e sinuose dalla sabbia dorata, orlate da lussureggianti tratti di giungla; la scenografia perfetta per una vacanza che offre mille piaceri, siano essi sportivi, mondani o trasgressivi.


È qui il Paradiso della Thailandia. Circondata dal Mare delle Andamane, Phi Phi è un susseguirsi di baie nascoste e deserte. Inoltre, è un'isola completamente pedonale. Non esistono strade, ma solo sentieri da percorre a piedi o con le biciclette a noleggio. La spiaggia più famosa è Maya Bay. È qui che Leonardo Di Caprio, girò nel 2000 il film “The Beach”: diventato un cult per i viaggiatori con lo zaino in spalla, aveva contribuito a trasformare questa “doppia” isola in una meta troppo chiassosa e popolare. Lo tsunami del 2004 ha portato via moltissime vite umane e buona parte delle costruzioni. La devastante tragedia ha però indotto gli abitanti e il governo a ripensare la loro “missione". È nato così il Parco Nazionale di Ko Phi Phi, che è riuscito a conciliare la voglia di divertimento dei vacanzieri e la salvaguardia dell’ambiente, riuscendo nell’impresa di far tornare Ko Phi Phi la più perfetta utopia tropicale.

Milena Polidoro

 

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano