corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


POST EXPO, BENEHUMAN TECHNOPOLEPER LE IMPRESE

Puntare sull’innovazione vale 9 miliardi

Ma chiedono tempi veloci di realizzazione

Bene un polo dell’innovazione sull’area espositiva di Expo secondo le imprese. Per il sistema imprenditoriale, la realizzazione di un polo di ricerca e innovazione, a partire dallo “Human Technopole”, che farebbe diventare Milano punto di riferimento internazionale, vale 9 miliardi, grazie al rilancio della città e all’attrattività di investimenti. Sono però determinanti i tempi rapidi di realizzazione. Lo dicono duecento imprese, secondo un’indagine di oggi dalla Camera di commercio di Milano.

Per le imprese l’innovazione è una priorità per la città: dopo la burocrazia (32%), chiedono di intervenire per l’innovazione (21%), poi sul verde (14%), sui rapporti internazionali (8%). Temi che se non affrontati causerebbero perdite di fatturato a circa il 40% delle imprese. Per quanto riguarda la burocrazia chiedono di ridurre la difficoltà delle regole e il bisogno di esperti per non sbagliare (13%). Per l’innovazione ritengono necessario creare un polo di ricerca internazionale sul sito di Expo con il progetto Human Technopole e di puntare sul capitale umano (16%). 

Per il post Expo hanno attese sulla creazione di un polo di ricerca con le Università (50%), sul coinvolgimento delle imprese (48%), sul progetto Human Technopole (34%). I tempi di realizzazione sono: per il 40% entro due anni, per il 17% entro tre, per il 17% entro un anno.

Il post Expo rapido. Il 26% delle imprese segnala di avere un vantaggio economico se il post Expo verrà realizzato in tempi brevi. La realizzazione infatti, secondo le imprese, rafforza la città (25%), attrae investimenti (20%).

 

expo-polo

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano