corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


BIALETTI, LO STILE E IL GUSTO

bialetti mokaDa quasi 100 anni Bialetti racconta in tutto il mondo i valori tipici della tradizione italiana. I suoi prodotti nati da una geniale intuizione di Alfonso Bialetti nel lontano 1919, parlano di design geniale, di sapori che non si perdono mai grazie alle qualità delle sempre più raffinate pentole, di profumi di caffè preparato in casa con la mitica Moka. Era il 1933 quando vede la luce la Moka Express che segna la nascita del mito del “caffè di casa”, diventato nel corso degli anni un rito collettivo per le famiglie italiane e non solo. Oggi possiamo affermare che la produzione Bialetti che ha via via accorpato i marchi Girmi, Rondine, Aeternum, Cem, è sempre all’avanguardia nella produzione dei piccoli elettrodomestici da utilizzare in cucina, del pentolame più moderno e raffinato, delle pentole a pressione garanzia di assoluta sicurezza. La firma dell’omino con i baffi, caratteristica di assoluta riconoscibilità da tantissimi anni, per Bialetti rappresenta grandi valori: affidabilità, tecnica, design di qualità, funzionalità (fondamentale nell’uso quotidiano in cucina), passione per tutto ciò che rappresenta il mondo di casa.

bialetti storiaTutto ciò senza mai abbandonare quel percorso iniziato circa 100 anni fa e diventato oggi un percorso strategico di responsabilità sociale e ambientale d’impresa, che ben si esprime nella sua filosofia: “più valore alla vita quotidiana”. È bene sottolineare che agli inizi degli anni ’50 la Moka Express comincia la sua ascesa su tutti i mercati e si sa, quando un prodotto è di successo, comincia ad essere imitato. Per questo nel 1953 Renato Bialetti capisce che per far riconoscere la moka serve un simbolo, un personaggio che diventi testimonial della sua azienda e che sia elemento distintivo sul suo prodotto. Chi poteva incarnare la filosofia della sua azienda meglio di se stesso? A dar vita all’Omino coi baffi è l’abilità di un geniale disegnatore dello studio Orsini di Novara, Paul Campani, che ispirandosi proprio alla figura di Renato Bialetti crea un distinto personaggio vestito elegantemente di nero, con un papillon e un cappello tipo Borsalino e i baffi neri… Sarà da quell’anno in poi la stilizzazione grafica del vero intenditore di caffè. Oggi registriamo con piacere che il Gruppo Bialetti è passato da quella piccola officina di trasformazione del metallo a Crusinallo, a stabilimenti moderni e tecnologicamente all’avanguardia in Italia, Turchia e Romania. Fra poco meno di 5 anni Bialetti festeggerà 100 anni, buon compleanno all’«omino con i baffi»!

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano