PRESENTAZIONE DEL LIBRO "MONNEZZA DI STATO"

 

Martedì 5 aprile 2016 presso il Circolo della Stampa di Milano il Professor Antonio Giordano e Paolo Chiariello hanno presentato il libro “Monnezza di stato – le terre dei fuochi nell’Italia dei Veleni”

 

Il futuro sono i giovani e l’indipendenza della cultura

PAOLO CHIARIELLO E ANTONIO GIORDANO  Antonio Giordano bNell’ambito di due giornate promosse da ScuolaImpresa tra le sue attività dedicate ai giovani, al futuro e alla cittadinanza (a Milano e Gallarate il 5 e il 6 aprile) con incontri con il Professor Antonio Giordano, Presidente di  Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine e del Centro di Biotecnologie della Temple University di Philadelphia, ieri martedì 5 aprile 2016 presso il Circolo della Stampa di Milano Antonio Giordano e Paolo Chiariello hanno presentato il loro libro “Monnezza di stato – le terre dei fuochi nell’Italia dei Veleni”.

“Il modello si basa sull’indipendenza. Ricerca indipendente e giornalismo indipendente sono gli strumenti che devono essere messi a disposizione della gente per conoscere la verità, affinchè le ricadute di questa verità si possano trasformare in beneficio per l’umanità. La cultura che deve necessariamente essere indipendente” afferma il Professor Antonio Giordano nel corso della presentazione del libro “Monnezza di stato” scritto con Paolo Chiariello, sostenendo che “in Italia lo Stato finanzia la cultura ed è allora che domina il compromesso. La nostra strategia divulgativa, mia e di Paolo, è cercare di comunicare la consapevolezza dell’ impatto ambientale e dell’influenza determinante della natura sulla nostra salute soprattutto ai giovani, laddove gli adulti non lo comprendono, affinchè siano un giorno medici, politici, industriali eticamente più preparati e più corretti”.

La Campania è l’esempio venuto allo scoperto di ciò che accade in altre regioni del nostro paese. Anche in Lombardia e nelle regioni del Nord Italia, la situazione è molto pericolosa e il livello di inquinamento delle industrie è una grave minaccia” dice il giornalista e autore Paolo Chiariello, interpellato sulle questioni lombarde del  termovalorizzatore di Brescia e dell’aeroporto di Malpensa, impegnato con fiducia nel progetto di divulgazione ai giovani: “I ragazzi oggi hanno un’attenzione ai temi ambientali che la mia generazione non ha avuto”.

In “Monnezza di stato” i due autori, lo scienziato Antonio Giordano ed il giornalista Paolo Chiariello, raccontano la realtà della “terra dei fuochi”, i disastri ambientali compiuti in una delle regioni più fertili e belle d’Italia, la Campania.  Due competenze diverse valutano, ciascuno dal proprio punto di vista, le cause di una catastrofe ambientale senza precedenti e ne propongono le possibili soluzioni Il libro d’inchiesta, con la prefazione è di Franco Roberti, Procuratore nazionale antimafia, mette in risalto i danni incalcolabili causati dallo smaltimento di rifiuti tossici, prodotti da imprenditori senza scrupoli, da parte della camorra e di politici corrotti conniventi. Nel ripercorrere alcune delle più significative vicende giudiziarie degli ultimi anni, analizza i dati scientifici relativi all’aumento di patologie tumorali e malformazioni congenite, divulgando, in modo semplice e comprensibile, una realtà terribilmente complessa. Una battaglia di verità necessaria per conoscere ed invertire la rotta dell’autodistruzione.

Gli incontri del 5 e 6 aprile promossi da ScuolaImpresa sono stati fondamentali per aprire un dialogo costruttivo con i giovani lombardi. La Presidente Angela Romano afferma che “si tratta di un primo passo certamente importante nell’ambito di un progetto di divulgazione più ampio che porteremo avanti, anche in continuità con il lavoro del Professor Antonio Giordano e di Paolo Chiariello, per consegnare ai giovani una coscienza dello stato attuale dell'ambiente e dell'importanza della ricerca”.

Note sugli autori del libro:

Antonio Giordano, oncologo, patologo, ricercatore, professore universitario, è autore di molti testi scientifici. E’ anche fondatore e direttore dello Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine della Temple University di Philadelphia. Ha iniziato la sua carriera di ricercatore, nel campo della genetica oncologica, presso il prestigioso Cold Spring Harbor Laboratory, sotto la direzione del premio Nobel James D. Watson. Ha scoperto alcuni meccanismi fondamentali per la regolazione del ciclo cellulare ed ha isolato il gene oncosoppressore RB2. Egli sostiene che con lo Sbarro Institute è stato creato un modello di successo per l’educazione dei ricercatori nel campo biomedico ed è stato costruito un solido ponte virtuale che connette l’Italia con gli Stati Uniti. Ha pensato di istituire, con la SHRO, borse di studio per la formazione dei giovani, affinchè si possano avvicinare alle scienze. E’ attualmente impegnato nel rendere noto il collegamento tra l’ambiente inquinato dai rifiuti tossici e l’aumento dei rischi tumorali e, quindi, a diffondere i dati delle sue ricerche anche nelle scuole. Prosegue l’indagine scientifica iniziata dal padre, il Prof. Giovan Giacomo Giordano.

Paolo Chiariello è un giornalista di Sky Tg24. Per il canale all news ha curato le seguenti inchieste: le infiltrazioni della mafia nelle istituzioni al Sud; la faida di camorra per il controllo del business della cocaina a Scampia; la strage dei cittadini africani da parte del clan dei Casalesi; la “terra dei fuochi” ed il dramma delle morti per l’interramento dei rifiuti in Campania; l’abusivismo edilizio selvaggio alle pendici del Vesuvio e dei Campi Flegrei. Due i premi vinti: “Giancarlo Siani” e “Piero Pasetto”. Ha lavorato per Panorama ed Economy. E’ autore di due libri: “Monnezzopoli” ed “I sogni dei bambini di Scampia son desideri”.