corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


ROMA. CONSEGNATI I RICONOSCIMENTI DEL PREMIO DONATO MENICHELLA 2016

Donato Menichella

È stata, come sempre, Roma ad ospitare la cerimonia di assegnazione del Premio “Donato Menichella”. La manifestazione, promossa dalla Fondazione Nuove Proposte Culturali si è svolta in questa quindicesima edizione presso la sede che con maggior frequenza ha ospitato il Premio: la meravigliosa Sala della Clemenza di Palazzo Altieri.

Ha aperto i lavori l’avvocato Antonio Patuelli, Presidente ABI, che ha delineato l’opera di Donato Menichella facendo interessanti collegamenti con l’attuale momento di messa in sicurezza del sistema bancario italiano.

Ha fatto seguito il saluto dell’avvocato Elio Michele Greco, Presidente della Fondazione Nuove Proposte.

Il professor Francesco Lenoci, Segretario Generale del Premio “Donato Menichella” e Docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ha parlato delle finalità del Premio.

“Tutte le edizioni hanno avuto una caratteristica in comune: non sono mai stati momenti meramente celebrativi, ma sempre incontri fortemente propositivi”. Lo ha sottolineato il professor Francesco Lenoci, chiarendo che “questo taglio al Premio Donato Menichella è stato dato perché Donato Menichella apparteneva alla categoria degli uomini di azione economica. Un uomo di azione economica che ha sempre saputo e sempre ha fatto sapere che risparmio e sviluppo economico significano anche crescita civile, vale a dire partecipazione di tutti ai frutti positivi del progresso, a livello locale, nazionale e internazionale”.

Il premiato della quindicesima edizione del Premio “Donato Menichella” per gli studi socio-economici è stato il professor Alberto Lucarelli, cheha tenuto la lectio magistralis “La crisi della demanialità, il ruolo socio-economico dei beni pubblici”. Questa lectio resterà a lungo nella memoria dei presenti e costituirà un prezioso strumento di lavoro per coloro che avranno modo di leggerla, una volta pubblicata.

La laudatio del premiato è stata svolta, in maniera brillante per quanto concerne la forma e in maniera appassionata con riguardo ai contenuti, dal professor Andrea Pisani Massamormile Docente presso l’Università degli Studi di Napoli L’Orientale.

Le Medaglie d’Oro di Nuove Proposte, legate al Premio Donato Menichella, sono stata conferite, dopo l’intervento del dottor Giancarlo Airò della Bcc di San Marzano, al dottor Massimo Segre e al cavalier Carlo Pontecorvo.

Il Premio Testimonianza di Nuove Proposte per il mecenatismo imprenditoriale è stato conferito al ragionier Pietro Dileo.

premio minichella 2016

* * * * * * *

Riconoscimenti della Quindicesima Edizione del Premio “Donato Menichella”

* * * * * * *

XV Premio “Donato Menichella” per gli studi socio-economici a

ALBERTO LUCARELLI

Per il suo ruolo di brillante docente di Diritto Pubblico e Costituzionale presso le Università: Federico II di Napoli, Paris 1 (Pantheon-Sorbonne) e Reims.  Per il prezioso contributo fornito alla soluzione di vari problemi di Diritto Pubblico, dei Servizi Pubblici Locali e dei Beni Comuni mediante la pubblicazione di numerosi saggi, nonché la partecipazione a importanti iniziative e lo svolgimento di preziosi incarichi.

Medaglia d’Oro di Nuove Proposte a

MASSIMO SEGRE

Per l’impegno a sostegno della cultura e, in particolare, della musica sinfonica e camerale proposta dai Concerti del Lingotto e da Lingotto Giovani.

Medaglia d’Oro di Nuove Proposte a

CARLO PONTECORVO

Per l’attenzione all’impatto ambientale dell’attività produttiva e all’impatto sociale dell’attività finanziaria. Per l’impegno a sostegno di cultura, arti e ricerca scientifica.

Testimonianza di Nuove Proposte a

PIETRO DILEO

Per il suo mecenatismo imprenditoriale a favore, in particolare, di iniziative orientate alla Sostenibilità, al Consumo Consapevole e a Matera Capitale Europea della Cultura nel 2019.

Donato Menichella, nato a Biccari (Foggia), nel 1921 entrò nei ruoli della Banca d’Italia. Nel 1924 passò alla Banca Nazionale di Credito. Nel 1931 divenne Direttore Generale della Società Finanziaria Italiana, holding del gruppo Credito Italiano. Fu Direttore di entrambe le sezioni dell’IRI nel 1933 e Direttore Generale dal 1934. Fu Direttore Generale della Banca d’Italia dall’aprile 1946. Dal maggio 1947, data in cui Einaudi divenne Ministro, esercitò le funzioni di Governatore. Fu nominato Governatore nell’agosto 1948; le sue dimissioni ebbero effetto nell’agosto 1960.

Alberto Lucarelli è professore ordinario di Istituzioni di Diritto Pubblico, presso l’Università di Napoli Federico II, dal 1999. Professore a contratto dal 2007 presso l’Università Paris 1 La Sorbonne. Componente della Commissione Rodotà per la riforma del regime civilistico della proprietà pubblica e per la difesa dei beni comuni (20072008). Redattore dei quesiti referendari contro la privatizzazione dell’acqua.   Coordinatore della Commissione di studio della Regione Puglia per la redazione del disegno di legge per la ripubblicizzazione della Società che gestisce l’Acquedotto Pugliese. CoDirettore della rivista “Rassegna di Diritto pubblico europeo”. Autore di oltre 100 pubblicazioni in tema di diritto pubblico, diritto dei servizi pubblici locali, beni comuni, partecipazione. 

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano