corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


SANLORENZO presenta in anteprima mondiale SL106-HYBRID

L’eccellenza nautica sposa l’innovazione e l’efficienza energetica

SANLORENZO SL106-HYBRID: ECO REVOLUTION

Il primo yacht ibrido della sua categoria

Sanlorenzo, cantiere navale di eccellenza nella progettazione di motor yacht realizzati esclusivamente su misura, presenta in anteprima mondiale SL106 Hybrid, la prima barca della sua categoria con propulsione ibrida. Dal 1958 Sanlorenzo è la miglior espressione della ricerca tecnologica applicata alla nautica di alta gamma; una spinta innovatrice che oggi porta il cantiere a rivelare il lato green del lusso con la presentazione e la prova in mare del primo yacht a propulsione ibrida nella cornice della baia di Portofino.

La presentazione alla stampa e agli armatori Sanlorenzo avviene in occasione degli Elite Days, appuntamento annuale durante il quale il cantiere accoglie la sua community cosmopolita per presentare l’intera flotta e le ultime novità in casa Sanlorenzo in un momento “made to measure” arricchito da esperienze uniche ed esclusive.

SL-Hybrid è il nuovo sistema di propulsione ibrida sviluppato da Sanlorenzo con Diesel Center e MTU: con l’adozione di questa innovazione è possibile ridurre il consumo di carburante e il Carbon footprint , così come il rumore e le vibrazioni, con un aumento sensibile del comfort a bordo sia in navigazione che in rada.

Dal punto di vista di efficienza energetica con il sistema SL-Hybrid in modalità “Shaft alternator Power Generation”, il modello SL106 ottiene un risparmio di carburante fino al 30% ad una velocità di crociera di 9,5 nodi.

Massimo Perotti, Presidente di Sanlorenzo Spa dichiara: “La ricerca dell’eccellenza è scritta nel DNA di Sanlorenzo e il dialogo costante con i nostri armatori ci ha fornito l’ispirazione finale a muoverci nella direzione di una soluzione ibrida in linea con gli altissimi standard di efficienza, qualità e comfort di Sanlorenzo”. Continua ancora Perotti “La nostra spinta innovatrice e la partnership strategica con MTU e Diesel Center hanno portato alla miglior risposta alle richieste provenienti dai nostri armatori. Non a caso infatti abbiamo scelto di presentare lo yacht SL106 Hybrid nel corso degli Elite Days, un primato rivelato all’interno di un evento speciale. SL106 Hybrid è il primo yacht ibrido nella sua categoria e oggi non ha uguali in termini di dimensioni, performance e agio. La soluzione che presentiamo è la realizzazione ottimale di un equilibrio di volumi, specifiche tecniche e innovazione”.

Conclude Perotti: “La combinazione diesel/elettrico sviluppata sulla nautica è una delle applicazioni più interessanti dell’ibrido, perché la sinergia fra le due alimentazioni ci ha spinto a ricercare il giusto equilibrio fra risparmio energetico e prestazioni, tra comfort a bordo e un approccio eco-tecnologico.

Sanlorenzo si conferma ancora una volta benchmark di se stesso”.

Il sistema SL-Hybrid può operare con 5 modalità di funzionamento:

Propulsione Diesel-elettrica per navigazione particolarmente silenziosa, utilizzabile fino a 9,5 nodi

Zero Emission Hotel Mode per stazionamento in rada a motori e generatori spenti, con gli impianti di bordo alimentati da batterie al litio

Shaft alternator Power Generation per navigazione in modalità di altissima efficienza energetica, con un solo motore principale diesel acceso che aziona le due eliche e genera l’energia elettrica per tutto lo yacht.

Propulsione Diesel tradizionale per navigazione ad elevata velocità e rapidi trasferimenti con i motori diesel principali

Booster power mode per navigazione con punte di massima velocità aumentata fino a 1,5 nodi e accelerazione più rapida tramite l’abbinamento di potenza da motori Elettrica e Diesel

Siamo in presenza di un sistema ibrido di elevata potenza che non sacrifica il comfort a bordo, i tecnici di SANLORENZO e di DieselCenter sono riusciti infatti preservare lo stesso spazio dedicato alle cabine dello yacht in versione convenzionale. Inoltre negli stessi volumi tecnici sono stati installati 4 moduli di Batterie agli Ioni di Litio, capaci di alimentare gran parte delle apparecchiature di bordo per oltre 6 ore in totale autonomia, consentendo lo stazionamento in rada a zero emissioni.

SL 106

SANLORENZO, L’ATELIER DELLA NAUTICA

I cantieri navali Sanlorenzo costruiscono motoryacht su misura dal 1958 e rappresentano la “boutique” della nautica grazie ad una produzione limitata di poche unità all’anno, progettate e costruite secondo le richieste, lo stile e i desideri di ogni singolo armatore.

 Dal 2005 ad oggi il cantiere ha conosciuto una straordinaria crescita, pur conservando la sua totale vocazione alla completa customizzazione dei prodotti. In più di mezzo secolo il cantiere ha costruito oltre 700 yacht ognuno diverso dall’altro. La gestione di Massimo Perotti, in dieci anni, ha saputo innalzare il fatturato dai 40 milioni del 2005 (anno dell’acquisizione) ai 260 milioni previsti per il 2016, mantenendo l’azienda in costante crescita e stabile negli anni peggiori della crisi.

 Oggi la produzione dei cantieri navali Sanlorenzo è basata su tre linee: motoryacht plananti in vetroresina da 78 a 118 piedi (linea SL), navette semidislocanti da 92 a 126 piedi (linea SD) e superyacht in metallo da 40 a oltre 70 metri (linea SuperYacht).

La peculiarità di Sanlorenzo è di aver saputo conservare e sviluppare nel tempo i suoi valori fondamentali:

-massima personalizzazione;

-linee senza tempo al di sopra delle mode, senza forzature formali né linguaggi estremi;

-manodopera di alta qualità e tradizione;

-attenzione al dettaglio e alle finiture artigianali;

-collaborazione con le più prestigiose aziende dell’arredo /design e i più famosi architetti del mondo dell’”abitare”;

-ultimi ritrovati in termini di sicurezza, di comfort di bordo e prestazione;

-innovazione continua nelle soluzioni, negli impianti e nei metodi costruttivi per il massimo aggiornamento di ogni modello.

In 10 anni, il cantiere è riuscito a scalare la prestigiosa classifica Global Order Book - pubblicata ogni anno dalla rivista americana Showboats International - ed oggi la classifica mondiale dei 20 maggiori costruttori di imbarcazioni sopra i 24 metri vede Sanlorenzo al secondo posto.

 La rete commerciale di Sanlorenzo è basata su un calibrato numero di Brand Representative, vere e proprie ambasciate del cantiere situate nei punti strategici dello yachting internazionale: Montecarlo, Antibes, Palma di Mallorca, Rapallo, Istanbul, Dubai, Hong Kong, Sanya, Shanghai, Fort Lauderdale, Long Beach, Newport Beach, New York e San Diego.

Per maggiori informazioni: www.sanlorenzoyacht.com

 

DIESEL CENTER & MTU

Diesel Center opera da vent’anni nel settore della fornitura e progettazione di propulsione e generazione di potenza per Motor Yachts e collabora da oltre 60 anni con MTU. Già nel 2006 ha introdotto nella nautica i sistemi di propulsione ibrida e per prima ha sviluppato la tecnologia “parallel Hybrid Yacht propulsion” accoppiata all’utilizzo di generatori a giri variabili.

Questa tecnologia, utilizzata per la prima volta sull’SL106 Hybrid, consente la gestione “on demand” della potenza elettrica (maggiore richiesta = aumento del regime di funzionamento degli HyGen) e l’impiego di generatori di elevata potenza, basso peso e piccole dimensioni.

Il sistema sviluppato da Diesel Center può operare con 5 modalità di funzionamento:

-          Propulsione Diesel-elettrica (confort di navigazione senza precedenti).

-          Zero Emission Hotel Mode (6 ore in rada a generatori spenti )

-          Propulsione Shaft alternator Power Generation (massima efficienza energetica: -30% consumi a 9 nodi)

-          Propulsione Diesel tradizionale (navigazione ad alta velocità).

-          Propulsione Booster power mode (+ 1,5 nodi di velocità massima)

La Diesel Center è orgogliosa dei risultati ottenuti con l’SL106 Hybrid e sta lavorando con lo staff SANLORENZO e con MTU per andare ancora oltre, con l’adozione di componenti innovative che il costruttore di Friedrichshafen sta sviluppando nel settore dell’Hybrid technology. Oltre agli sviluppi innovativi Diesel Center opera nel campo della distribuzione dei motori MTU, completando il pacchetto di fornitura con sistemi di comando e controllo customizzati, sistemi di scarico specificamente progettati, sistemi di stabilizzazione, sistemi di governo ad alta tecnologia (steer by wire) fino alla fornitura di sistemi di navigazione, entertainment e monitoraggio di bordo integrati.

6 maggio 2016

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano