corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


E-Commerce alimentare: gli scenari del 2018

food - pixabay

Negli ultimi anni le abitudini di consumo e acquisto alimentare sono cambiate in maniera profonda. Ci affidiamo sempre di più all'e-commerce per scegliere i nostri cibi, per risparmiare, per sperimentare nuove prelibatezze e per evitare noiose file ai supermercati facendoci portare i cibi a domicilio con corrieri espressi sempre più veloci ed efficienti. Un settore in continua evoluzione, quello del commercio online legato al food, e in grado di offrire grandi opportunità ai player del settore più ricettivi e abili a sfruttare nuovi canali e strumenti. Ma quali saranno gli scenari per questo 2018 appena iniziato?

L ’Osservatorio eCommerce B2C Netcomm del Politecnico di Milano, analizzando i dati relativi al 2017, ha affermato che l'e-commerce del food in Italia rappresenta il 4% del totale del commercio online nazionale, un flusso di affari di 849 milioni di Euro in crescita del 43% rispetto all'anno precedente.

Numeri importanti che, se paragonati a quelli di crescita internazionale (18 miliardi di dollari in Europa entro il 2012, mentre in Cina si passerà dai 10,9 miliardi del 2016 ai 30,3 nel 2021), dimostrano come il settore dell'alimentazione sia uno dei più prolifici del commercio digitale.

È lo stesso settore a cambiare ed evolversi continuamente. I consumatori sono sempre più attenti alla convenienza economica, alla velocità di consegna, di preparazione e consumo del cibo. E proprio alla capacità di rispondere a queste nuove esigenze si lega il successo dei player presenti sul mercato. I mezzi a disposizione per aumentare la competitività non mancano.

In questi anni abbiamo assistito alla nascita di strumenti informatici come i software di creazione di e-commerce (Magento, Prestashop i più “famosi”) o come i gestionali della logistica dei negozi come Packlink PRO, in grado di automatizzare i processi di spedizione con pochi semplici step, abbiamo salutato le nuove offerte dei corrieri espressi dedicate all'e-commerce e al trasporto di alimenti, abbiamo visto evolversi i marketplace come Amazon e eBay e abbiamo assistito alla nascita delle sezioni dedicate al commercio sui social network.

Soluzioni importanti per i player e per la necessità di rispondere velocemente e a costi ridotti alle esigenze dei consumatori. Logistica veloce e efficiente come quella garantita per le spedizioni eBay da Packlink PRO per esempio. Un software che permette di organizzare ogni passo della spedizione in automatico, con tariffe contenute e personalizzate e con tempi di consegna certi.

Le stesse esigenze dei consumatori sono in continua evoluzione: aumenta la richiesta di prodotti specifici legate a nuove abitudini alimentari (vegetarianismo, prodotti bio) così come il bisogno di informazioni legato alla necessità di conoscere in maniera approfondita ciò che stiamo mangiando, gli ingredienti e i valori nutrizionali. Tutti processi che hanno trasformato il consumo di cibo in un vero e proprio momento esperienziale da condividere e di cui parlare in comunità.

Analizzata la situazione relativa al 2017 e gli aspetti di trasformazione legati al rapporto tra e-commerce e food, proviamo a ipotizzare i nuovi trend per l'anno appena iniziato.

Il futuro risiede nello smart-shopping. Il mondo digitale si muove ad alta velocità e gli impegni quotidiani dei consumatori si moltiplicano. Per questo motivo sempre più persone sceglieranno di ordinare il proprio cibo online e di farselo recapitare a domicilio. Una tendenza già evidenziata dall'Osservatorio che ha sottolineato come nel 2017 lo scontrino medio di chi fa la spesa su Internet abbia toccato la cifra di 100 Euro con un forte aumento di numero di pezzi e varietà dei generi alimentati. Un'esigenza a cui hanno iniziato a rispondere le più grandi catene con servizi specifici (Easy Coop, Esselunga a Casa, ecc...) e che si svilupperà ulteriormente in questo 2018.

Un ruolo sempre più importante verrà assunto dal comparto mobile. In Paesi come il Regno Unito già oggi il 50% degli acquisti online viene effettuato attraverso smartphone e tablet. Dispositivi che permettono al compratore di conoscere ogni aspetto dell'alimento (dal valore nutrizionale alla provenienza) andando incontro alle crescenti richieste di informazione. È facile immaginare un incremento dell'importanza dei telefoni di ultima generazione nell'acquisto dei nostri pasti quotidiani.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano