corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


Festival giornalismo alimentare

senza olio palma

Intervenendo al Festival del Giornalismo Alimentare, il prof. Pietro Paganini ha applaudito al voto della Commissione del Parlamento Europeo che chiede alla Commissione Europea di vietare le etichette “senza”, come anche a quelle che riportano la dicitura “senza ogm” e “senza olio di palma”. Nel corso del suo intervento Paganini ha spiegato che “le etichette “senza” sono uno strumento commerciale, di marketing, utile solo alla scopo di catturare più clienti in un mercato ormai stagnante da anni. “Il packaging, cioè la confezione – ha detto Paganini – è lo strumento attraverso cui le imprese si contendono i consumatori. Le etichette senza illudono solo il consumatore che un certo prodotto sia più salutare di un altro, e lo rassicurano. Ma non sempre il prodotto è migliore. Il caso dell’olio di palma è emblematico. Si discrimina l’olio di palma illudendo i consumatori che l’alimento sia migliore, ma in realtà non è così. E se anche ci fosse un miglioramento, per esempio nella riduzione dei grassi saturi, basterebbe affermare che ci sono meno grassi saturi”. “Purtroppo – conclude Paganini – diverse aziende alimentari, associazioni e catene della grande distribuzione hanno promosso, cavalcato e alimentato una campagna mediatica per demonizzare l’olio di palma e terrorizzare i consumatori, spingendoli a comprare prodotti ‘senza’. Un comportamento molto poco etico, soprattutto nell’era del CSR, che sembra essere diventato il nuovo mantra”.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano