corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


XVII PREMIO INTERNAZIONALE BRONZI DI RIACE

XVII PREMIO INTERNAZIONALE BRONZI DI RIACE

I 22 guerrieri delledizione 2018 e la piccola Martina r

La suggestiva sede romana dell’Associazione Nazionale dei Mutilati e Invalidi di Guerra (A.N.M.I.G.) ha ospitato il 1° ottobre l’edizione 2018 del “Premio Internazionale Bronzi di Riace”. Ideato da Giuseppe Tripodi, - Presidente dell'Associazione Proloco città di Reggio Calabria, il Premio celebra la ricorrenza del ritrovamento dei famosi “Bronzi” avvenuto il 16 agosto 1972 ad opera del chimico romano Stefano Mariottini, ed è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio Regionale, dal Comune e dalla Camera di Commercio di Reggio Calabria. Le due statue, datate tra il 460 e il 450 a.C., recuperate nel mare ionio a poche centinaia di meri dalle coste calabre, in località “Riace”, rappresentano opere di incommensurabile valore artistico. Due imponenti corpi maschili nudi, plasmati nel bronzo ed anatomicamente perfetti, due personaggi tra l’umano e il divino, tra realtà e mito. Questo premio, giunto alla XVII edizione, viene conferito a persone che “come fieri guerrieri hanno combattuto per la crescita e lo sviluppo della nostra nazione, distinguendosi in Italia e nel mondo per competenza e professionalità.

© 

 

Ventidue i premiati di quest’anno tra cui il Presidente di A.N.M.I.G Claudio Betti, la Presidente dell’associazione milanese “Amici della Lirica” nonché madrina dei City Angels Daniela Javarone, la Presidente dell’Associazione “I Diritti civili nel 2000 - Salvabebè/Salvamamme” Maria Grazia Passeri, il Generale di Corpo d’Armata Domenico Rossi, il Col. EI c.a. Vittorio Scarlino, il S.Ten CC ( r ) Pietro Mineo, il Gen. D CC (r.o.) Sergio FilipponiMons. Luigi Francesco Casolini di Sersale, il regista Sebastiano Rizzo, il Presidente di Natural Pharma Group Stefano Calamita, il Marchese Giuseppe Ferrajoli, il Marchese Emilio Petrini Mansi della Fontanazza s.m.r.i. Francesco Mavelli, il Pittore Adriano Fida, la Direttrice d’orchestra Beatrice Venezi, l’Economista Giuseppe Nunzio Castiglia, l’Ingegnere gestionale Antonio Giannino, lo Chef Bruno Brunori, la Psicologa Giuliana Savino e la giornalista Paola Zanoni.

La “Public Relations Manager” Daniela Javarone ha voluto dedicare il suo Premio alla nipotina Martina, presente alla cerimonia, con la speranza che il suo percorso professionale e i riconoscimenti ottenuti possano fungere da esempio per tutti i giovani italiani ambiziosi e propositivi. L’instancabile Presidente Tripodi ha concluso l’evento ringraziando tutti i presenti, tra lo scroscio di applausi, dando appuntamento all’edizione 2019.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano