corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


Dal Giappone, un robot con il volto di un amato scomparso

Etsuko Ichihara - robot per piangere defunto

Dal Giappone, un robot con il volto di un amato scomparso

“Mentre la tecnologia avanza, c’è sempre meno spazio per cose come le emozioni. Penso che ci sia chi non riesce a mantenere il passo con questo genere di cambiamento”. Per questo Etsuko Ichihara, giovane artista giapponese, dopo la morte di sua nonna, ha ideato un robot che aiuta le persone a piangere dopo la morte di una persona cara. Il robot-umanoide ha una maschera stampata in 3D che rappresenta il volto della persona cara scomparsa.

Chiunque sia interessato a questa esperienza deve incontrare Ichihara che provvederà a registrare le caratteristiche fisiche del candidato e i messaggi che desidera comunicare post-mortem: saranno quindi imitati la parola, i gesti e la personalità della persona cara scomparsa. La vita del robot però è breve. Secondo la tradizione buddista, l’anima del defunto resta sulla terra per 49 giorni dopo la morte. Allo scadere dell’ultimo giorno, l’automa porge il suo addio definitivo.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano