corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


Scuola: - Sostegno disabili, svolta in arrivo per 48 mila assistenti all’autonomia e alla comunicazione?

 disabili scuola

Scuola: Sostegno disabili, svolta in arrivo per 48 mila assistenti all’autonomia e alla comunicazione?

In Senato è stato presentato l’ordine del Giorno G.10.100 Granato, Montevecchi (M5S) per impegnare il Governo a stanziare le risorse in tempi certi per garantire l’erogazione dei fondi agli Enti Locali e pagare gli stipendi prima dell’inizio dell’anno scolastico. Marcello Pacifico (Anief) plaude all’iniziativa ma rilancia: bisogna approvare una norma che stabilizzi tale personale direttamente nei ruoli dello Stato, al pari del personale Ata e degli insegnanti di sostegno, essenziale per garantire il diritto all’istruzione degli alunni con disabilità. Potrebbe essere ad una svolta il problema dell’erogazione dei fondi agli Enti Locali per la nomina e il pagamento degli assistenti all’autonomia e alla comunicazione degli alunni con disabilità: questa situazione, mai affrontata, provoca infatti ogni anno la mancata assegnazione di decine di migliaia di operatori, formati e specializzati, con danni palesi sugli alunni che per legge hanno diritto a beneficiare del loro servizio.

Eppure, gli assistenti all’autonomia e alla comunicazione sono previsti dall’articolo 13 della L.104/92: sono operatori che hanno il compito di facilitare la comunicazione dello studente con disabilità, stimolare lo sviluppo delle abilità nelle diverse dimensioni della sua autonomia, mediare tra l’allievo con disabilità e il gruppo classe per potenziare le loro relazioni, supportarlo nella partecipazione alle attività, partecipando all’azione educativa in sinergia con i docenti.Alla base della loro mancata nomina vi è l’impossibilità per Comuni ed ex Province, gestori per legge di tali professionalità, di convocare prima dell’inizio dell’anno scolastico gli assistenti all’autonomia e alla comunicazione, proprio perché impossibilitati al pagamento dei loro stipendi. E questo si deve a vari motivi, come la diversa tipologia dei contratti, la crisi finanziaria di Comuni e Regioni, nonostante gli aumenti di 25 milioni del fondo specifico riconosciuto nelle ultime Legge di Stabilità, che non permettono una serena programmazione del lavoro e una risposta immediata alle famiglie per i bisogni dei loro figli.

Nel passaggio alla Camera del decreto-legge 135 Semplificazioni, Marcello Pacifico, presidente Anief, spera a questo punto che “l’attuale maggioranza, sensibile al tema della disabilità, possa impegnarsi per affrontare il problema: occorre approvare una norma che stabilizzi tale personale direttamente nei ruoli dello Stato al pari del personale Ata e degli insegnanti di sostegno, essenziale per garantire il diritto all’istruzione degli alunni con disabilità”. “A questo scopo – conclude Pacifico – occorre anche trovare risorse aggiuntive tali da dotare ogni scuola di un organico funzionale composto anche da queste figure professionali, ormai indispensabili per l’autonomia”.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano