corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


ORGANIZZARE UN WORKSHOP: LA CHECKLIST DEL MATERIALE INDISPENSABILE

organizzareunworkshop

ORGANIZZARE UN WORKSHOP:

LA CHECKLIST DEL MATERIALE INDISPENSABILE

Quando si organizza un evento come un workshop è fondamentale che ogni dettaglio sia perfetto, perché ne va della propria reputazione. Dalla consegna o dall'invio degli inviti al giorno vero e proprio dell'evento, ogni cosa deve essere impeccabile perché in questo modo si fa una bella figura e si trasmette un'immagine professionale e seria. I piccoli dettagli a cui bisogna pensare con un certo anticipo sono molti e capita spesso e volentieri di dimenticare qualcosa e ricordarlo quando ormai è troppo tardi. Ecco perché preparare una checklist è sempre utilissimo.

Oggi vediamo quali sono i materiali che conviene sempre ordinare e avere a disposizione quando si organizza un workshop, in modo da fare un'ottima impressione sui partecipanti e apparire professionali.

porta badge

Il badge con cordino
Il badge è uno strumento che non sempre si rivela necessario, ma che conviene spesso inserire nella checklist perché ha diversi vantaggi. Se ne prepariamo uno per ogni partecipante al workshop, possiamo inserire non solo il suo nome ma anche tutti i dati della nostra azienda quindi la sua funzione diventa duplice. Una volta che il workshop sarà concluso ognuno tornerà a casa con il proprio badge, che però è anche un biglietto da visita contenente tutti i riferimenti aziendali. Naturalmente il tesserino non va mai consegnato da solo ma nel suo astuccio con cordino e se volete fare un figurone potete optare per un portabadge in pelle, che di certo non passerà inosservato!

Block notes e penna
Durante un workshop tutti i partecipanti devono avere a disposizione un block notes ed una penna: questa è una vera e propria regola quindi non ci si può dimenticare di tale dettaglio. Per trasmettere una maggior professionalità, si può optare per una cartellina personalizzata, con all'interno fogli e penna con logo aziendale. Un altro piccolo dettaglio che può fare la differenza e che possiamo sfruttare anche per inserire il programma del workshop o altre informazioni utili come la password del wifi per esempio.

Bottiglietta d'acqua
La bottiglietta d'acqua non è obbligatoria durante un workshop, ma sicuramente ai partecipanti può fare molto piacere ricevere anche questa coccola extra. Si tratta di un dettaglio poco costoso che però in molti apprezzano quindi conviene prenderlo in considerazione.

Gadget aziendali
Durante un workshop non è raro che vengano anche distribuiti dei gadget con il logo dell'azienda che ha organizzato il tutto. In questo caso non ci sono regole da seguire, anche perché questo non è un dettaglio considerato obbligatorio. Certamente però coloro che distribuiscono anche un gadget personalizzato fanno una bellissima figura e acquistano punti quindi vale la pena prendere in considerazione anche questo. Qualche esempio moderno? La power bank per ricaricare lo smartphone quando non si ha una presa elettrica a disposizione è sempre molto gettonata ed apprezzata tra i gadget aziendali.

DVD o libro per approfondimenti
Spesso al termine di un workshop vengono anche distribuiti ai partecipanti dei materiali che consentano loro di approfondire alcune tematiche. Anche in tal caso non c'è nulla di obbligatorio ma di certo un DVD o un libro sono regali molto apprezzati.

 

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano