corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


Doc Servizi acquisisce OMNIA Relations

Doc Servizi acquisisce OMNIA Relations

Doc Servizi acquisisce OMNIA Relations

Per dare vita a DOC-COM, la prima agenzia di comunicazione in rete, diffusa, a risorse illimitate. A Bologna, in via San Lorenzo 20, sorgerà il primo Polo Culturale della rete DOC che segue quello della sede storica di DOC Servizi a Verona e anticipa i prossimi di Roma, Milano e Bari. A festeggiarlo, martedì 29 ottobre, un Grand Opening dedicato a tutta la città.

L’agenzia bolognese OMNIA Relations, specializzata nei settori del turismo, lifestyle, hospitality, food, design e innovazione, è stata acquisita da DOC Servizi per dare vita a DOC-COM, la nuova business unit della comunicazione della più grande piattaforma cooperativa di creativi in Italia.Quindici anni di esperienza, 4 team tematici si fondono in un network a “risorse illimitate”, grazie a 34 uffici in Italia, 8mila professionisti del mondo della creatività – artisti, cantanti, musicisti, grafici, videomaker, fotografi, piloti di droni, giornalisti – e a un approccio multidisciplinare basato sull’entusiasmo di chi sperimenta grazie alla forza capillare della rete.
Alla guida di DOC-COM, Chiara Caliceti, fondatrice di OMNIA Relations, a cui va ora la direzione strategica di tutti i nuovi progetti. «Era da qualche tempo che ragionavo sulla nostra crescita che è sempre stata costante sin dalla nascita di OMNIA Relations, nel 2005 a Bologna – spiega Chiara Caliceti, general manager DOC-COM – fino a visualizzare il fatto che con le nostre forze avevamo fatto tutto quello che potevamo. Servivano nuova energia, nuovi obiettivi e motivazioni. L’arrivo di DOC Servizi è stato un dono: il partner ideale, non avrei mai potuto immaginare una soluzione migliore. È stato un bellissimo percorso quello che abbiamo fatto in circa un anno di fusione a piccoli passi: i clienti hanno vissuto questa crescita come la grande opportunità che in effetti è. Abbiamo solo allargato gli orizzonti, mantenendo la nostra struttura, le nostre modalità operative, gli stessi referenti. Insomma, abbiamo fatto in un anno un passaggio naturale e graduale».
«Il futuro è nella cooperazione – spiega Demetrio Chiappa – specialmente in ambiti come quello della comunicazione che, per natura, si compongono di relazioni. Da 30 anni, attraverso la cooperazione, constatiamo come si possa preservare la componente umana del lavoro, senza la quale non esistono né cultura, né sviluppo, né bellezza». E il modello funziona: DOC Servizi registra tassi di crescita costante. «Viviamo nell’era delle reti informatiche – prosegue Chiappa – e dell’interconnessione generale: cooperare oggi significa essere economicamente sostenibili e in sintonia con quanto accade nella società, ragionare come ecosistema e non più come singoli pianeti».

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano