corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


Roma. Giornata di studio “I doveri del giornalista per una società migliore”

I DOVERI DEL GIORNALISTA PER UNA SOCIETÀ MIGLIORE

ROMA. GIORNATA DI STUDIO

“I DOVERI DEL GIORNALISTA PER UNA SOCIETÀ MIGLIORE”

Martedì 29 ottobre, dalle ore 9 alle 18, nella sede della PUSC di piazza di Sant’Apollinare 49 (Aula Álvaro del Portillo). L’iniziativa, è centrata sul ruolo e sulla responsabilità dei giornalisti e degli operatori dell’informazione e della comunicazione in una fase caratterizzata da tumultuosi cambiamenti nella professione e segnata dalla polverizzazione dell’offerta editoriale e informativa. La relazione iniziale, tenuta dal prof. Norberto González Gaitano, Ordinario di Opinione Pubblica alla Santa Croce, è quella che dà il taglio all’intera giornata formativa: “Verità, obiettività e fake news: siamo pronti a un dibattito serio sull’essenza del giornalismo?” (ore 9.10). Segue poi l’approfondimento sociologico con “L’impatto dell’informazione sulla società”, a cura del prof. Massimiliano Padula, docente di Sociologia e Comunicazione alla Pontificia Università Lateranense (ore 10). Segue quindi l’aspetto etico-morale scandagliato da mons. Angel Rodríguez Luño, Vicerettore e Ordinario di Teologia Morale Fondamentale alla Santa Croce, che ha preparato un intervento generale sul tema “La necessità di un’etica nella professione giornalistica” (ore 10.45).

La relazione sull’ambito giuridico (“I fondamenti della deontologia e la tutela dei lettori”, ore 11.45) è stata affidata ad Anna Masera, Public Editor del quotidiano “La Stampa”, al prof. Ruben Razzante, docente di Diritto dell’Informazione e della Comunicazione all’Università Cattolica di Milano ed alla giornalista e scrittrice Assunta Corbo.Conclude la sessione mattutina (ore 12.45) il caso pratico di giornalismo online, a cura del docente di Media Training PUSC Raffaele Buscemi, dal titolo: “Dalla documentazione al fact-checking”.
Alle 14.30 ripresa lavori con un ritorno più specialistico ai tre ambiti citati, quello sociologico con la relazione di Paola Springhetti, docente di giornalismo alla Pontificia Università Salesiana ed Andrea Tornielli, Direttore editoriale del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede “Il racconto del fatto religioso: caratteristiche”, quello etico-morale con la relazione “Le virtù del giornalista secondo Papa Francesco” di Giovanni Tridente, docente di Position Papers alla Santa Croce e, infine, quello giuridico con il tema “Abusi nella Chiesa: tutela delle vittime e presunzione d’innocenza”, coraggiosamente trattato da padre Hans Zollner, presidente del “Centre for Child Protection” della Pontificia Università Gregoriana.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano