corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


Italiani inclini al risparmio? Sì

risparmio

ITALIANI INCLINI AL RISPARMIO? SÌ

I nostri connazionali tornano ad accumulare e risparmiano più di prima. È quanto emerge da un sondaggio realizzato questo mese da Ener2Crowd, la startup tutta italiana che sta rivoluzionando gli investimenti nella sostenibilità ambientale ed energetica.Su un campione di mille uomini e mille donne di età compresa tra i 18 ed i 64 anni distribuiti lungo tutto lo Stivale, nel sondaggio promosso da Ener2Crowd la propensione al risparmio degli italiani nel 2019 è risultata essere pari al 12% del reddito: +4% rispetto alla percentuale rilevata per l’anno precedente.«È la percentuale più alta d’Europa» commentano gli analisti di Ener2Crowd. In Italia l’86% del campione afferma infatti di riuscire a mettere da parte qualcosa ogni mese, rispetto ad una media europea che, secondo analoghe rilevazioni, è pari al 75%. Il 64% degli intervistati si mostra però insoddisfatto dai classici investimenti proposti dalle banche o dagli intermediari finanziari, sfiduciati dagli scandali e dai crac del passato e scontenti anche per via dei tassi di interesse irrisori.

«Sta invece crescendo la consapevolezza degli italiani sulla necessità di affiancare all’analisi dei classici rischi economico-finanziari anche il monitoraggio di fattori ambientali, sociali e di governance» puntualizza Giorgio Mottironi, cso e co-fondatore di Ener2Crowd.
Con Ener2Crowd parte così ufficialmente il crowdfunding energetico, una novità non solo in Italia, ma anche a livello internazionale, con attese -entro il prossimo biennio- ben superiori rispetto ai volumi del crowdfunding immobiliare che, secondo l’Osservatorio del Politecnico di Milano, ha già marcato dal 2017 al 2018 una crescita a tre cifre (+529%), passando da 1,8 milioni di euro (68% nel lending) a 11,5 milioni di euro (33% nel lending e 67% nell’equity).
Ma l’«energy crowdfunding» apre ora nuovi orizzonti ed Ener2Crowd è destinata a sostenere la crescita del «lending» grazie ai progetti proposti al «crowd», ovvero a tutti i cittadini che potranno così diventare dei «greenvestor», con una previsione di investimenti per circa un milione di euro nei prossimi 5 mesi, da novembre 2019 a marzo 2020, su una pipeline totale di circa 5 milioni di euro prevista entro la fine del prossimo anno. Per poi quintuplicarsi entro il primo biennio.

Condividi
comments

In primo piano