corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


Milano nel 2019, vista dai media esteri

cortina milano olimpiadi 2026Milano nel 2019, vista dai media esteri

Imprese e finanza al centro ma crescono cultura e moda

Grande interesse per le Olimpiadi 2026

Maggiore attenzione dei media esteri per Milano rispetto al 2018: cultura tra Scala e Leonardo e moda sulla stampa inglese e spagnola, design e turismo sulla francese, Olimpiadi su quella americana e russa, investimenti immobiliari sull’austriaca

Cresce nel 2019 l’interesse della stampa estera verso Milano: sono infatti quasi 500 gli articoli più significativi selezionati, dedicati in specifico alla città e usciti sui principali quotidiani e riviste stranieri fino a metà dicembre, duecento in più rispetto ai circa 300 dello stesso periodo del 2018. Il 26% riguarda temi economici: imprese, finanza, credito e investimenti esteri ma a crescere di più rispetto all’anno scorso sono i temi legati alla moda soprattutto nei mesi delle sfilate di febbraio (44% delle uscite segnalate) e di settembre (20% del totale), alla cultura e al turismo con uscite dedicate alla Scala e alle manifestazioni per l’anno di Leonardo. Nel mese di giugno l’assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026 ha avuto una vasta eco su tutta la stampa internazionale (40% del totale articoli del mese). In generale, il maggior numero di segnalazioni su Milano sono state rilevate nei mesi primaverili tra marzo e giugno, più notizie economiche a novembre. Lo dice una elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e di Promos Italia sull’archivio della banca dati delle principali notizie uscite sulla stampa estera nell’anno 2019.

Ha dichiarato Guido Bardelli, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi: "Cresce la notorietà internazionale di Milano e della Lombardia nell'anno dell'assegnazione delle Olimpiadi. Il mese di giugno raccoglie infatti un picco per il dibattito dei Paesi europei, della Russia e degli Stati Uniti. Si conferma l'attenzione dei media nei momenti legati al business, in particolare nelle settimane della moda di febbraio e settembre. Sempre più alta l'attenzione nel mese di dicembre grazie in particolare agli eventi di Natale e alla Prima della Scala. Una immagine internazionale positiva nel 2019, che parte dai risultati solidi dello scorso anno e si afferma con ancora maggiore forza. Anche nel mese di dicembre dedicato ai temi delle feste Milano e la Lombardia si sono fatte conoscere ancora di più a livello internazionale come luogo di cultura e di svago".

Ha dichiarato Alessandro Gelli, direttore di Promos Italia, la società per l’internazionalizzazione delle Camere di commercio in Italia: “Grazie ai rapporti economici internazionali delle nostre imprese contribuiamo ogni giorno a far conoscere le qualità della nostra produzione e dei nostri servizi nel mondo e il brand Made in Italy, con le sue eccellenze territoriali, rappresenta uno straordinario biglietto da visita nei confronti dei partner internazionali”.

Come è vista Milano? Sempre più di moda: a febbraio e settembre tengono banco le sfilate sui giornali come gli inglesi Financial Times, The Telegraph o The Times mentre il parigino Le Monde ad aprile parla della significativa partecipazione di designer francesi al Salone del Mobile. Sempre più attrattiva per gli affari: ad aprile il quotidiano austriaco Tiroler Tageszeitung” riferisce che nei prossimi dieci anni, Milano sarà la metropoli europea che attirerà più investimenti nel settore immobiliareMa ampio spazio viene dato anche alla cultura: ad esempio, la stampa spagnola a maggio parla dell’apertura delle celebrazioni per l’anniversario della morte di Leonardo da Vinci e a dicembre il quotidiano britannico "Financial Times" dedica una recensione entusiastica alla messa in scena alla Scala della "Tosca" di Giacomo Puccini. Si parla anche di turismo: a luglio il francese Le Monde dedica un approfondimento a Piazza del Duomo, il simbolo di Milano, che in questi ultimi anni ha registrato un inaspettato aumento del turismo. A giugno invece l’assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026 ha ampio risalto a livello internazionale, dagli americani Washington Post, New York Times e Wall Street Journal ai russi Izvestija, Ria Novosti e Tass, da El Mundo in Spagna a Die Wielt in Germania. 

Condividi
comments

In primo piano