corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


COMO. VANDANA SHIVA: "La Terra nelle nostre mani. Diritto al cibo e rispetto dell’ambiente"

VANDANA SHIVA

LA TERRA NELLE NOSTRE MANI.

DIRITTO AL CIBO E RISPETTO DELL’AMBIENTE

Lunedì 26 marzo alle 20.30 presso la sala conferenze di Confindustria Como, via Raimondi 1, si terrà l’incontro con Vandana Shiva dal titolo “La Terra nelle nostre mani. Diritto al cibo e rispetto dell’ambiente”, organizzato da Parolario in collaborazione con Lisa Spa e il contributo della Fondazione Prima Spes Onlus. Modererà l’incontro Nello Scavo di Avvenire.

Vandana ShivaDiritto al cibo, sovranità alimentare, rispetto dell’ambiente e delle culture locali, sono i temi centrali di questo incontro tra Vandana Shiva e il territorio comasco.

Oggi più che mai, in un complesso contesto di emergenze ambientali e alimentari internazionali, di discussioni sulla globalizzazione e di storici cambiamenti politici, riteniamo importante trasmettere la consapevolezza delle conseguenze che lo sfruttamento delle risorse naturali produce.

Per questo motivo si è deciso di rivolgersi a Vandana Shiva, per veicolare una discussione che – attraverso una lucida analisi dei meccanismi di un’economia sempre meno in armonia con la natura e con l’uomo – vuole arrivare ai diversi e complementari attori della realtà territoriale di Como, dagli studenti agli imprenditori.

Vandana Shiva è una delle scienziate più famose al mondo. Attivista politica e ambientalista, è tra le figure più prestigiose che si battono a livello internazionale contro la globalizzazione liberista. Shiva ha vinto il premio Nobel alternativo per la pace nel 1993 ed è direttore della Research Foundation for Science, Technology and Natural Resource Policy. Ha scritto numerosi saggi, alcuni dei quali tradotti in italiano.

La Fondazione Prima Spes Onlus persegue finalità umanitarie, di solidarietà e utilità sociale. Nasce come risposta al desiderio di accogliere i bisogni di chi si trova a vivere in condizioni di disagio, sofferenza e povertà e di intervenire promuovendo e sostenendo iniziative e progetti in grado di offrire risposte e opportunità concrete di miglioramento delle condizioni di vita. In particolare, la Fondazione si propone di contribuire attivamente allo sviluppo umano e sociale delle realtà più povere e bisognose sia in Italia che nel Mondo, sostenendo e promuovendo iniziative e progetti che intervengano sulle cause del disagio, nonché sugli effetti da questo indotti, privilegiando sempre la tutela dei soggetti più deboli e la promozione dei loro diritti. Gli interventi che caratterizzano l’impegno della Fondazione nei Paesi del Sud del mondo sono di due tipi: umanitari e imprenditoriali.

Gli aiuti umanitari si manifestano con interventi concreti per alleviare emergenze alimentari, per interventi nel campo sanitario, per assistenze di tipo sociale e nel settore dell’istruzione. 

Per la parte imprenditoriale la Fondazione contribuisce a creare iniziative professionali, supportando le spese per l’acquisto di attrezzature, macchinari, materiali e coinvolgendo tecnici in grado di avviare i processi produttivi all’interno di una comunità.

Gli aiuti comprendono inoltre corsi di formazione professionale e avviamento al lavoro.

In Italia l’impegno della Fondazione è rivolto soprattutto ai bambini e ragazzi in situazione di disagio personale e/o familiare, alle famiglie che si trovano in condizioni di fragilità e difficoltà, a persone disabili, a giovani vittime di abuso di sostanze (tossicodipendenze), a ragazzi e giovani adulti senza lavoro e a rischio di emarginazione sociale.

Un’attenzione speciale è rivolta anche all’ambiente e agli animali, con interventi mirati di protezione e tutela, nonché di sensibilizzazione e diffusione di una cultura che promuova la difesa e la valorizzazione della biodiversità e dell’ambiente, il rispetto del diritto alla vita di ogni essere vivente, la protezione degli animali e l’affermazione dei loro diritti.

L’incontro con Vandana Shiva si colloca nel percorso di avvicinamento alla 12° edizione di Parolario che si terrà a Villa Olmo, Villa del Grumello, Fondazione Ratti ed altri luoghi del territorio dal 30 agosto al 9 settembre. Il tema della edizione 2012 sarà “Leggere il futuro” 

L’incontro è gratuito fino ad esaurimento posti con prenotazione obbligatoria a:

 +39.031.301037 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ufficio Stampa Parolario

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano