DA SANREMO A “LA PROVA DEL CUOCO”. NEL CUORE, “TI LASCIO UNA CANZONE”

Antonella Clerici rIntervista a cura di Evelina Flachi

tratto da italiadagustare magazine - dicembre 2014

Antonella ClericiNel nostro salotto in cucina si accomoda questo mese un personaggio caro a tutte le famiglie italiane, Antonella Clerici. Solare, espansiva, comunicativa tutti i giorni dal lunedì al sabato rinnova l’appuntamento con la fortunatissima trasmissione “La Prova del Cuoco”. Nelle nostre case arriva quotidianamente all’ora di pranzo e da quest’anno anche alle 14 con il programma “Dolci dopo il Tiggì”, un mix di idee e di immagini per imparare a preparare semplicemente anche i dolci complicati per molti di noi, adatti a completare un buon pranzetto. Antonella Clerici guida il programma come una semplice donna di casa aggirandosi tra cucine, chef e sfidanti con il suo tipico atteggiamento rassicurante e gioioso, cercando di mettere tutti a proprio agio e di strappare un sorriso ai suoi affezionati telespettatori. Ma non è solo la cucina il mondo di Antonella. La ricordiamo alla difficile guida di un Festival di San Remo che ha condotto da sola raggiungendo grandi ascolti ed affettuosi consensi da un vasto pubblico. E che dire di un altro impegnativo programma, “Ti lascio una canzone”, che l’ha vista impareggiabile conduttrice di uno show allora nuovo e non facile per la partecipazione di bambini e ragazzi. Ricordate le esibizioni di quei tre ragazzi tenori? Bene oggi sono diventati “Il Volo”, un trio canoro che raccoglie successi in ogni angolo del mondo …e loro dicono sempre: «Grazie Antonella!». La nostra direttrice, Evelina Flachi, l’ha intervistata per noi.

 

Antonella, tu non sei solo “La Prova del Cuoco”. Hai dato molto altro alla TV …

Sono molto affezionata alla “ Prova del Cuoco”, la considero un mia creatura e compagna di anni importanti della mia vita e di momenti unici come quello in cui sono diventata mamma di Maelle, mia grande gioia! Sono approdata in Rai alla fine degli anni Ottanta con programmi sportivi come “Dribbling” e “La Domenica Sprint” e, dopo una breve parentesi in Mediaset, sono ritornata a “casa” con “La Prova del cuoco” che ha suscitato un inaspettato interesse verso la cucina, creando un nuovo filone di programmi e rubriche di successo, e ancora oggi dopo 15 anni piace al nostro affezionato pubblico.

Parliamo di ricordi credo piacevoli, che mi dici di San Remo?

Sono stata la quarta donna a condurlo nel 2010 e ho voluto dare una mia impronta personale, spiritosa e spettacolare al varietà che per fortuna è stato molto apprezzato dal pubblico.

La mia curiosità è però rivolta a “Ti lascio una canzone”. Sbaglio oppure o ti ha coinvolto in modo particolare quel programma?

Lavorare con i ragazzi e stare con loro è stata un grande esperienza umana oltre che professionale. Mi sentivo la loro seconda mamma: dovevo rassicurarli e credo di essere riuscita a far loro capire che era solo un bel gioco per i più piccoli ed una grande esperienza di vita per i più grandi. Non ci sono state rivalità né tensioni ma complicità e felicità per il successo dei compagni d’avventura. Il trio “Il Volo” credo ne sia l’esempio!

Grazie all’esperienza televisiva hai potuto frequentare famosi chef e si intuisce la tua grande curiosità oltre che “golosità”. Ma la cucina riesce davvero a coinvolgerti?

Mi piace cimentarmi a casa anche per gli amici. Purtroppo il tempo è sempre poco. Dagli chef e dalle nostre protagoniste in cucina e da Anna Moroni ho imparato davvero molto. Tra i miei piatti preferiti e che spesso propongo ai miei ospiti sono i risotti d'inverno ed il vitello tonnato d'estate.

Anche la nostra rubrica di cibo e salute che dura da 10 anni ti ha insegnato qualche trucco?

Certamente, perché anch’io come le nostre telespettatrici ho imparato a coniugare il gusto con la leggerezza per conquistare con piacere, benessere e forma fisica, non dimenticando di fare attività fisica che, come mi insegni, è basilare per permettersi qualche golosità.

Dal tuo ultimo libro “La Cucina di Casa Clerici”, edito da Rizzoli, si vede che cucinare ti piace.

Infatti in questo libro ho voluto inserire le ricette che faccio io a casa e per questo sono alla portata di tutti. Può essere utile per imparare nuove ricette facili ma di grande effetto a tavola, come si può vedere dalle belle illustrazioni e foto. Inoltre ho inserito i migliori manicaretti ricevuti dai miei fans ed aneddoti e curiosità sul cibo che faranno sorridere e stupire chi lo legge.

Posso chiederti da chi hai imparato di più fra tutti coloro che ti hanno accompagnato in tv in questi anni?

Da tutti i miei colleghi ho imparato qualcosa nei vari programmi che hanno accompagnato la mia esperienza televisiva, ma anche dagli autori con cui condivido le varie esperienze e dal pubblico che mi scrive e sostiene da anni.

Come vivi questa nuova avventura televisiva “Dolci dopo il Tiggì”?

Come tutte le nuove esperienze televisive è molto stimolante e da vera “golosa” non potevo sottrarmi a questa nuova sfida che ha già creato un buon interesse da parte del pubblico che con noi può fare i dolci a casa per la propria famiglia. L’atmosfera è festosa e colorata per dare quel piacere e buonumore …che ci porta il dolce quando arriva sulla nostra tavola.

 

“Dolcetto è scherzetto” è la frase con cui Antonella ci saluta e con il suo bel sorriso ci augura buone feste!

Cara Antonella, GRAZIE!

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano