SUSANNA MESSAGGIO, LA “GOCCIA DI LUNA”

Susanna MessaggioMilanese (classe 1963), due lauree (con lode), celebre conduttrice TV. Il volto di Susanna Messaggio diventa noto al grande pubblico quando inizia a lavorare in televisione all'inizio degli anni '80. Debutta da telefonista su Rai Due, nel 1982, nella trasmissione “Portobello”, condotta da Enzo Tortora. A seguire “Il cappello sulle ventitré” (con Paolo Mosca), “Pop Corn” (con Claudio Cecchetto), “La Luna Nel Pozzo” (con Domenico Modugno), “Azzurro” (con Milly Carlucci). Il successo arriva al fianco di Mike Bongiorno, prima con “Telemike”, poi “Pentatlon” e “Bis”. Due edizioni del Festivalbar, e poi ancora tante trasmissioni su reti Mediaset, fino a “Melaverde” dal 2001 al 2004. Nel 2000 apre una società di comunicazione nel settore delle pubbliche relazioni e ufficio stampa.

Intervista di Dario Bordet

Milanese, volto televisivo super conosciuto cosa fa oggi Susanna Messaggio?

Sono ormai 25 anni che ho una società di ufficio stampa e pubbliche relazioni. Scrivo per molte riviste di salute e benessere e di enogastronomia insomma sono molto impegnata nella comunicazione.

Tutto è nato con Enzo Tortora e il suo Portobello, lei era la telefonista “Goccia di Luna”

Caspita, è un bellissimo ricordo. Enzo era un uomo eccezionale… Gli uomini di classe, stile, di cultura… è sempre bello ricordarli.

Poi mille impegni televisivi, ne ricorda uno con maggior piacere?

Be’, sicuramente al fianco di Mike Bongiorno, che è sempre rimasto nel mio cuore, e poi il Festival Bar, la musica, era bello d’estate girare in tutta Italia.

Lei è stata una valletta anomala con due lauree davvero eccellenti, in lingue e poi in pedagogia

Sì, studiavo perché da grande volevo avere la mia società di comunicazione (ed è ciò che ho fatto) dove essere preparata e poter lavorare nel mondo scientifico, scrivere di tante cose. Allo stesso tempo pensavo che la televisione non fosse compatibile, invece ho incontrato tanti medici che poi si sono incrociati con la mia vita e con la mia attività.

Cosa l’ha spinta alla scelta del secondo percorso, la psicopedagogia?

Sicuramente un grande interesse e l’amore per i bambini, e poi tutte le malattie psicologiche. Un po’ per curiosità, un po’ per capire meglio la socialità, lo stare insieme e i rapporti con gli altri.

Insomma, tanto studio, tanto lavoro, una vita sempre… di corsa

Be’, diciamo che lavoro e mi impegno ogni giorno. Una cosa che mi caratterizza è proprio il fatto di correre, correre e camminare… anche per autostima personale. Una persona deve farsi sempre da sé, studiando, lavorando e costruendosi da sola.

Poi c’è anche la famiglia.

Sì, sono madre di due figli. Per me i miei figli sono tutto, sono sempre al primo posto. Un dono della natura, una grande gioia.

Oggi le manca ancora qualche traguardo?

Mi piace pensare di essere sempre serena, positiva, felice di poter stare con delle persone che mi vogliono bene. Questa è la più grande felicità, per cui non ho bisogno di traguardi ma di consolidare l’equilibrio, che è la cosa principale nel mondo di oggi. E mi piace dire che sono una “persona per bene”, che non è poi così scontato al giorno d’oggi.

Recentemente l’abbiamo vista ad un evento di presentazione di “La Dieta del 5”, l’ultimo libro della nota nutrizionista Evelina Flachi. Sembravate molto amiche.

Evelina, intanto, è una mia amica del cuore, ci conosciamo molto bene, ci sentiamo e frequentiamo molto spesso. Evelina è una donna molto preparata, autorevole, competente, svolge il suo lavoro con serietà e grande professionalità, lo fa con la testa. Il suo costante bisogno di ricerca è fondamentale per il lavoro, ma è soprattutto un grande arricchimento personale. Per me è lo stesso.

Progetti nel paniere di Susanna Messaggio?

Sicuramente continuare a studiare, a formarmi, e a lavorare. Poi mi chiamo “Messaggio”… non posso far altro che lavorare nella comunicazione!

È anche il “nostro” mondo, stimolante e bello. Grazie Susanna e complimenti. Ti auguriamo grandi successi e soddisfazioni.

Grazie, anche a tutta la vostra redazione.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano