ANTONELLA CLERICI: «A ROMA O A MILANO… “LA RAI È LA RAI”»

Antonella Clerici r

Antonella Clerici r1

ANTONELLA CLERICI:
«A ROMA O A MILANO… “LA RAI È LA RAI”»

Antonella Clerici - ph Mario Rossi 1Giornalista professionista e conduttrice televisiva, Antonella Clerici è uno dei volti più noti e amati del piccolo schermo. Nasce a Legnano il 6 dicembre 1963, sotto il segno del Sagittario. Ultimati gli studi in Giurisprudenza all’Università Bocconi di Milano, alla metà degli anni ‘80 debutta come annunciatrice per l’emittente Telereporter. La sua prima esperienza in Rai arriva nel 1987 con il programma "Semaforo Giallo" e, a partire dal 1989, nell’arco di pochi anni è divenuta uno dei volti più amati e seguiti della tv italiana. A garantirle la notorietà, diverse trasmissioni sportive di successo quali Dribbling e Domenica sprint su Rai Due condotte insieme a Gianfranco De Laurentiis. Dopo una breve esperienza in Mediaset, nel 2000 è tornata in Rai per condurre su Rai Uno il fortunato programma La prova del cuoco (per 17 edizioni fino al 2018) e dal 2014 al 2015 ha condotto anche Dolci dopo il tiggì. Ormai protagonista del palinsesto di Rai Uno, Antonella ha presentato diversi programmi in prima serata come Ti lascio una canzone, il Festival di Sanremo 2010, fino al più recente Sanremo Young e, oggi, Portobello. Ha pubblicato numerosi libri tutti bestseller tra i quali “Oggi cucini tu light” (Mondadori, 2007) con Evelina Flachi e “Le ricette di Casa Clerici” (2010) “Aspettando te” (2010) “La cucina di casa Clerici” (2014) editi da Rizzoli.

Intervista a cura di Edmondo Conti

Portobello Antonella Clerici 1

Portobello Enzo Tortora - Antonella ClericiAntonella, che ricordi hai come spettatrice delle storiche edizioni di Portobello?
Tantissimi, me lo ricordo molto bene. Era un programma che vedevo con la mia famiglia, sul divano e le rubriche che mi appassionavano di più erano quelle che riguardavano le invenzioni più pazze, soprattutto quelle proposte dai ragazzi giovani: infatti c’erano moltissimi ragazzi che si inventavano le cose più strane. Per esempio ancora mi ricordo di quei ragazzi quindicenni che si erano inventati un metodo per non bagnare il giornale quando pioveva durante l’attesa dell’autobus; oppure quel signore che propose la sua personalissima soluzione al problema della nebbia in val Padana: quella di radere al suolo il passo del Turchino. E poi i bersaglieri, insomma, mi appassionavano molto tutte queste cose che in televisione non si erano mai viste. Mi appassionava molto quel clima di mercato, di convivialità che poi in fin dei conti fa parte un po’ del mio DNA.

Antonella Clerici Portobello Carlotta Mantovan

Come sei arrivata alla scelta di Carlotta Mantovan che prenderà il prestigioso ruolo di responsabile del centralone che spettò a Renée Longarini?
Carlotta per me è perfetta per il ruolo che era di Renée Longarini, non soltanto perché volevo che rimanesse in famiglia tra me e Carlo Conti e che rimanesse protetta da noi, dagli amici, ma perché comunque lei è davvero la Renée Longarini del 2018: elegante, bella… io già me la immagino con i suoi tubini, con i capelli raccolti, un po’ con quel fascino da “Colazione da Tiffany” che mi piace tanto.

Antonella Clerici Portobello  pappagallo

È stato complicato reclutare il pappagallo “Portobello”?
Abbiamo fatto questo casting negli spot che è stato molto divertente e che chiaramente era una scusa per far tornare l’immagine evocativa di Portobello. Siamo andati nello stesso negozio di Milano dove lo prese Enzo Tortora all’epoca perché ci sembrava così di dare una certa continuità col passato. E poi, chissà… magari questo è il figlio o un parente del vecchio e storico pappagallo “Portobello”.

Enzo Tortora è stato tra i padri fondatori della nostra TV, insieme a Mike, Pippo e Corrado. Quali caratteristiche di ognuno di loro porterai con te per questo importante debutto?
Enzo Tortora, Pippo, Mike e Corrado sono i “Signori della Televisione” e il loro modo di far televisione come per tutti i grandi non passerà mai di moda. Secondo me c’è uno stile in ognuno di loro ben preciso e molto riconoscibile. Mike è il Re del quiz, delle gaffe, il “battutaro”. Corrado il buonista, quello che si stupiva degli errori altrui. Pippo un grande signore, colto, il conduttore per eccellenza. Enzo Tortora è stato senza dubbio quello più innovativo. Ma ognuno di loro si è distinto per la propria personalità, per essere ben definito.

Finalmente dopo 18 anni torni a lavorare a Milano. Quali differenze trovi dal punto di vista prettamente lavorativo tra le due città?
Certo che è diverso lavorare a Roma o a Milano. Per me è stato come ritornare a casa, e questo ritorno per me è famigliare. Poi però c’è da dire che la RAI è la RAI e quindi alla fine le professionalità che si incontrano sono quelle. Magari a Milano sono meno ingolfati di produzioni e quindi forse sono più disponibili, però io sono affezionata alla mia Azienda quindi per me “la RAI è la RAI”.

Portobello Antonella Clerici 2018

Appuntamento quindi ogni sabato sera alle 20.35 su Raiuno per trascorrere il sabato sera con un grande show, ma soprattutto con una grande Signora della Televisione Italiana.

Grazie ad Antonella Clerici!

 

tratto da "Milano 24orenews" 

novembre 2018

Cover MI24 Novembre 2018

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano