SERENA ROSSI, "Io sono Mia"

 

SERENA ROSSI:
“Saper ascoltare, senza pregiudizi”SERENA ROSSI attrice

Serena Rossi C 1Serena Rossi (Napoli, classe 1985) inizia la sua carriera a soli 16 anni, quando debutta a teatro con il musical record di incassi “C’era una volta…Scugnizzi” scritto da Claudio Mattone e diretto da Bruno Garofalo. Non ha ancora compiuto 18 anni, quando approda sul piccolo schermo con il ruolo di Carmen in “Un posto al sole” e incide il suo primo album “Amore Che”. Sarà proprio Carmen a portarle fortuna e a renderla nota al grande pubblico. Trasferitasi a Roma, dal 2008 ricopre molteplici ruoli in numerose fiction di successo Rai e Mediaset (da “Il Commissario Montalbano” a “RIS Roma 3 - Delitti Imperfetti”, passando per “Sant’Agostino” “Adriano Olivetti” e “Che Dio ci Aiuti”). Nel 2013 torna in teatro nel “Rugantino” di Enrico Brignano come protagonista nel ruolo di Rosetta. Il musical esordisce al Sistina di Roma per poi approdare al New York City Center di Broadway. Nel 2016 diventa mamma del piccolo Diego, tenuto in grembo durante le riprese del film musical “Ammore e Malavita” diretto dai Manetti Bros grazie al quale vince il David di Donatello e il Nastro d’Argento. Nel 2017, conduce Radio Italia Live intervistando tutti i più grandi artisti del panorama musicale italiano. A dicembre 2018 esce al cinema ‘Ralph Spacca Internet’ nuovo capolavoro Disney nel quale torna a doppiare la principessa di Anna di Frozen, inoltre è la voce italiana cantata di Emily Blunt nell’attesissimo film ‘Il ritorno di Mary Poppins’. Dopo ‘Io sono Mia’ la rivedremo in autunno tra i protagonisti del film ‘Brave Ragazze’ diretto da Michela Andreozzi.

Serena Rossi - Io sono Mia

“IO SONO MIA”
In meno di due ore la bravissima Serena Rossi restituisce sullo schermo tutta la determinazione, la rabbia, il dolore, la forza, la fragilità, l’amore e l’ostinazione di Mia Martini, una delle voci femminili più belle ed espressive che la musica italiana possa vantare. Una interpretazione intensa che Serena ha affrontato con un lungo studio del personaggio riuscendo a rendere sullo schermo tutte le infinite sfaccettature umane e di grande interprete musicale di Mimì (nomignolo affettuoso con la quale la Bertè usava chiamare la sorella). ‘Io Sono Mia’, al cinema con Nexo Digital il 14, 15 e 16 gennaio e tra qualche giorno, il 12 febbraio, in tv su Rai 1, è un racconto emotivo, profondo e sincero di quella che fu l’anima (tormentata) della grande cantante italiana ritrovata morta nella sua casa di Cardana al Campo il 14 maggio del 1995. Il film, scritto da Monica Rametta, è diretto da Riccardo Donna e prodotto da Luca Barbareschi. Conoscevamo la bravura e la poliedrica capacità di Serena Rossi ma l’intensità umana offerta in questo “Io sono Mia” è oltremodo sorprendente.

Intervista a cura di Alessandro Trani

Tale e quale show 2014 - Serena Rossi - Mia Martini

Ti avevamo vista nella splendida interpretazione di “Almeno tu nell’universo” a Tale e quale Show, qualche anno fa. È nata allora l’idea di fare questo film?
Ho partecipato a Tale e Quale Show nel 2014 e tra i concorrenti come me c'era Luca Barbareschi. Abbiamo quindi condiviso questa esperienza e vedendomi al lavoro e mi ha detto “ho in mente un film su Mia Martini se va in porto Mia Martini sei tu”. E così poi è stato. L’anno successivo ho fatto il provino per ‘Io sono mia nel 2015’, provino superato anche in RAI. Poi il progetto è rimasto lì in un cassetto per tanto tempo… Nel frattempo sono successe mille cose, sono diventata anche mamma, poi altre esperienze lavorative anche diverse e poi invece l'anno scorso Luca mi ha chiamato e mi ha detto “preparati, partiamo!”. Da lì è iniziato tutto un percorso di studio… Era nell'aria, ma non era una cosa proprio concreta insomma durante l'esperienza di Tale e Quale Show.

Quanta emozione hai provato nell’interpretare un personaggio così unico e inimitabile?
Emozione tantissima. Pudore, anche, nell’interpretare una donna realmente esistita, quindi non un personaggio di fantasia ma un personaggio appunto che è nella memoria di tutti, di tanti che l'hanno amata, che l'hanno ascoltata. Quindi tanta paura di deludere chi le aveva realmente conosciuta, per questo andava affrontato con grande serietà, con una grande preparazione, con un grande studio… Mi sono fatta aiutare da coach sia sul campo musicale che sulla recitazione, perché volevo proprio interpretarla cercando di non imitarla ma di darle tutto il mio amore. Quindi darle tanto anche di me. Le ho dato un grande pezzo del mio cuore.

Hai dimostrato in più occasioni di avere una voce da cantante professionista. Anche se sei un’attrice affermata, in realtà la musica ce l’hai nel sangue.
Serena Rossi - premio
Mia madre dice che io ho iniziato prima a cantare che a parlare. Sono cresciuta in una famiglia musicale. Mio padre suonava la ninna nanna con la chitarra a me e a mia sorella. Così sono cresciuta cantando. Pensavo di fare musica ma per passione, non per lavoro. Ho iniziato a suonare nel piano bar a fare i matrimoni, le comunioni, la tipica gavetta che fanno i musicisti nel napoletano e non solo. E poi in realtà la recitazione è arrivata per caso, dopo uno spettacolo teatrale un musical che avevo fatto in cui prevalentemente cantavo. Mi hanno chiesto di fare questo provino per un film per la TV e quindi di recitare. Io sono andata a fare questo provino senza crederci e alla fine sono stata scelta, proprio perché secondo me sono arrivata liberamente, senza aspettative, ed ero molto rilassata e questo mi ha premiata. Gianfranco Albano, il regista del mio primo film che intitolato “Rosafuria” disse a mio papà “Serena da grande sarà un'attrice”. E così è stato. Alla fine, anche se però la musica ce l'ho nel sangue ma ce l'ho soprattutto nel cuore, mi piace interpretare personaggi, ruoli che mi permettono di anche di tirar fuori la mia parte musicale. Quindi quando si tratta di musical, di film musicali, anche il doppiaggio Disney… posso recitare, cantare, insomma posso fare tutte e due le cose. Sono molto contenta.

L’anno scorso sei stata a Sanremo come ospite. Ci sarai anche quest’anno?
Sì, sarò Sanremo per ricordare Mia Martini proprio in vista della imminente messa in onda su RAI 1 di “Io sono Mia”. Ci sarà un momento musicale insieme a Claudio Baglioni

SERENA ROSSI attrice

 

Ci sveli qualche tuo nuovo progetto e…
un sogno nel cassetto?
Tornerò sul set Napoli, girerò un'opera prima per il cinema, un film corale che mi diverte molto. Invece in autunno insieme ad Ambra Angiolini, Ilenia Pastorelli, Silvia D'Amico, Stefania Sandrelli e Luca Argentero sarò protagonista della commedia brave ragazze diretta da Michela Andreozzi. Un film tutto al femminile ispirato a una storia vera. Sono questi i progetti imminenti… poi un po' di vacanze. Sogno nel cassetto? Ce ne sono tanti in realtà, ma come mi piace dire io sono una persona fatalista, che cerca di vivere il presente il più possibile, quindi mi godo quello che ho, mi concentro su quello che ho e poi quello che sarà… sarà.

Vuoi lanciare un monito, un messaggio ai nostri lettori?
Aprire il cuore all'ascolto.Io spero che il film “Io sono Mia” ci insegni e ci ricordi che è importante saper ascoltare e guardare dentro le persone, senza pregiudizi.

Grazie Serena. Arrivederci sul piccolo e sul grande schermo!

Grazie a voi!

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano