MELENDUGNO (LE). LA PUGLIA DA SCOPRIRE

wsantandrea-pepe

PUGLIA CON LE SUE FESTE  DEL FUOCO, LA FOCARA DI MELENDUGNO 

wmel-focaraALLAFINE 1

L’educational Tour In Puglia con il suo turismo culturale d’inverno tra siti archeologici e le sue  tradizioni. Una lunga scia di feste del fuoco accende tutta la Puglia nelle fredde notti di inverno.  

IMG 20180125 174054

Appena dieci giorni dopo la Focara di Novoli, costruita con i tralci della vite, si accende a Melendugno la Focara di San Niceta del Terremoto, costruita con i rami secchi degli ulivi appena potati. Inizia così il nostro Educational Tour della Puglia. L’appuntamento sabato 27 gennaio sera, dopo la tradizionale processione che parte dalla Chiesa Madre di Maria Assunta a  Melendugno.  

Melendugno Chiesa MadreLa chiesa, risalente al XVI secolo, con pianta a croce latina. Al suo interno, sotto il piano pavimentale, trovano posto diciannove sepolture. Nel 700 inizia una grande  trasformazioni per l'edificio sacro che venne allargato con le due navate laterali e dotato di campanile  anch’esso datato 1696 .Sul finire del 19° secolo,  venne arricchita da un nuovo coro e cappelle una delle quali dedicata a San Niceta..Dopo le funzioni religiose si snoda per le vie del paese la processione, per culminare con l’accensione della Focara tra fuochi d’artificio e musiche di tradizione e non, con la partecipazione della cittadinanza e dei paesi vicini. Il fuoco è un simbolo universale e alla fiamma sono associati, per esempio, il sacro, l’amore, il sesso, la luce, la gloria e la purificazione. La focara trae probabilmente la sua origine da un evento disastroso che colpì il salento molti secoli addietro: terremoto (come ad Acquarica di Lecce) o uragano (a Martignano). Il fuoco  vero  protagonista dell’evento nelle sue spire la focara di Melendugno.  La cittadina di Melendugno, situata nell'entroterra a sud-est di Lecce. Il suo  territorio  è quarto più esteso della provincia  Si affaccia sul mare con un litorale molto esteso fra Torre Specchia Ruggeri e Sant'Andrea. Il litorale, particolare con le sue belle spiaggette, insenature, dune e calette, sino ai faraglioni.  Dalla costa melendugnese talvolta è possibile vedere ad occhio nudo l'isola di Saseno e i rilievi montuosi dell'Albania.Abbazia San Niceta  Melendugno Un po’ di storia, secondo la leggenda Malennio avrebbe fondato Syrbar, primo nome della località costiera Roca, che significa Città del Sole. Quindi Melendugno nasce dalla radice del suo nome, Malen-nio, per poi  trasformarsi in Malandugno (portatore di sventura) per finire a Melendugno (portatore di dolcezza). Le prime testimonianze abitative del territorio sono riconducibili all'età del Bronzo. Il suo centro urbano da studi fatti, si racconta che con  l'arrivo dei Normanni  siamo verso XI secolo quando fondarono l'Abbazia di San Niceta, i cui resti sono rappresentati dalla piccola chiesa situata nei pressi del cimitero.MARCO POTI Sindaco Melendugno Ma ritorniamo al nostro viaggio incontrando il sindaco di Melendugno, Marco Potì  che ci ha detto  “Siamo felici di condividere questo momento di festa, così importante e significativo per la nostra comunità con giornalisti provenienti dal Nord Italia, dalla Germania e anche dalla Francia! Il rito della focara di Melendugno è strettamente legato alla coltivazione dell’ulivo di cui Melendugno è leader. Finita la stagione della potatura, i contadini erano soliti festeggiare intorno al fuoco e condividere un momento di gioia, realizzando un grande fuoco di comunità. La focara rispecchia il nostro paesaggio: un immenso bosco di ulivi lambisce le cinque famose marine di Melendugno: Torre Specchia, San Foca, Roca, Torre dell’Orso e Torre Sant’Andrea. Sono convinto continua il primo cittadino,che i giornalisti ne resteranno affascinati”. “Puntiamo sulla valorizzazione di tutte le nostre risorse a 360 gradi per attrarre turismo anche in pieno inverno”, commenta Angelica Petrachi, consigliera comunale delegata al Turismo e all’Ambiente. “Tra natura, mare, cultura, spiagge, sito archeologico di Roca Vecchia, uliveti secolari, Melendugno offre una vacanza da vivere tutto l’anno E il mercato straniero fa per noi: gli abitanti del centro europa hanno vacanze scaglionate in tutti i periodi dell’anno e devono diventare il nostro mercato di riferimento”.  A progettare l’educational è stata la giornalista Carmen Mancarella, direttrice responsabile della rivista di turismo e cultura del Mediterraeno, Spiagge (www.mediterraneantourism.it),  con all’attivo più di 50 tour organizzati nel corso di 10 anni.

loghi-puglia EDUCATIONA TOUR MANCARELLA

Il Comune di Melendugno ha infatti partecipato e vinto un Bando della Regione Puglia, Assessorato alle Industrie Turistiche, per realizzare un educational tour, nell’ambito del Programma operativo Regionale FESR-FSE 2014-2020, Asse VI, Azione 6.8. Finalizzato alla conoscenza del territorio e dei suoi attrattori materiali e immateriali

Melendugno mappa

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Curiosità