OTTOBRE AD AMSTERDAM STORIA, ARTE E DANCE MUSIC NELLA “VENEZIA DEL NORD”

ADE

L’estate è da poco finita e le vacanze sono già un lontano ricordo. Se siete ancora alla ricerca di divertimento, di quello davvero sfrenato, Amsterdam è il posto giusto dove andare ad ottobre. L’occasione è la 24a edizione di ADE (Amsterdam Dance Event), il più grande evento al mondo dedicato alla musica elettronica, che quest’anno si svolgerà dal 16 al 20 ottobre. Un appuntamento irrinunciabile per gli amanti della musica dance e non solo. Per 5 giorni (e 5 notti) la capitale olandese si trasformerà nel cuore pulsante di un grande palcoscenico dedicato alla musica dance ed elettronica. Gli eventi, che trasformano l'intera città in un gigantesco festival, si svolgono dappertutto tra bar, caffè e i locali più grandi e famosi di Amsterdam. L'intrattenimento musicale sarà fornito da praticamente ogni singolo artista di musica elettronica si possa nominare. Ci saranno tutti i DJ più amati dai primi in classifica della nuova era come Martin Garrix e Dimitri Vegas & Like Mike alle leggende della vecchia scuola come Carl Cox e Richie Hawtin, tutti faranno l'annuale pellegrinaggio verso ADE. Inoltre l'iniziativa ADE Playground propone, presso diversi centri creativi, proiezioni di film, workshop, mostre e vendita di abbigliamento. Insomma, un evento straordinario assolutamente imperdibile.

 

NON SOLO MUSICA

Amsterdam è una cittadina molto vivace, animata da fiere, giostre, mercatini e artisti di strada che in ogni periodo dell’anno affollano soprattutto il centro della città. Una città che offre al visitatore una molteplicità di proposte culturali e di ogni genere: musei unici al mondo, come il FOAM, mercatini colorati, canali che si snodano attraverso le case tipiche olandesi, parchi immensi, pieni di tulipani e musicisti. Tappa fondamentale di ogni viaggio ad Amsterdam è il bellissimo Van Gogh Museum, uno dei musei più belli della città, che possiede la più ampia collezione di dipinti di Van Gogh del mondo. Si trova sul Museumsplein, la piazza su cui si affacciano i musei della città, accanto al meraviglioso Museo Stedelijk, dedicato all'arte moderna e contemporanea: da Picasso a Chagall, proseguendo fino alla Pop art e al Design industriale. È l'unico museo della città ad essere aperto 365 giorni all'anno. Il Rijksmuseum ospita dagli inizi del 1800 la più grande collezione di arte fiamminga del mondo ed è uno dei Musei più grandiosi della città. Da non perdere il famosissimo quadro “La ronda di notte di Rembrandt”. Imperdibile, nel cuore di Amsterdam, la Casa di Rembrandt. È come entrare contemporaneamente in un quadro, in una macchina del tempo e nella testa dell’artista. È la casa dove viveva e dipingeva il pittore, luogo pieno di arte e curiosità.

La Casa di Anna Frank è un luogo carico di storia e di emozione, una testimonianza di quel periodo di orrore e guerra che fu la Seconda Guerra Mondiale. Oltrepassando la libreria girevole che porta al nascondiglio della famiglia Frank si fa un salto temporale e si vive per un secondo dentro il suo diario.

Una gita lungo i canali della “Venezia del Nord”, in bicicletta o in battello, passeggiando lungo le sponde o attraversando i suoi ponti, è una delle più importanti e romantiche. Non perdete una visita al quartiere di Jordaan, il più bello e hipster di Amsterdam con i suoi edifici rinascimentali, con le boutique di antiquari e artisti locali. Il quartiere Brulica di café, casine olandesi, gallerie d’arte e negozietti.

Un arcobaleno di colori e una nuvola di profumi avvolge il canale Singel, tra Koningsplein e Muntplein, ove si trova il Bloemenmarkt, il mercato dei fiori di Amsterdam. Tutto il mercato, aperto tutto l’anno, è galleggiante: le bancarelle (una attaccata all’altra) sono in realtà delle chiatte sull’acqua.

Immensa, gigantesca, attraversata da pedoni, tram, turisti e biciclette, Piazza Dam è il cuore della città. Su questa enorme piazza ciottolata si affacciano il Koninklijk Paleis (Palazzo Reale), la Nieuwe Kerk (letteralmente “Chiesa nuova”, per distinguerla dalla Oude Kerk, la “Chiesa vecchia”), il Nationaal Monument (un obelisco di 22 metri per ricordare i caduti della Seconda Guerra mondiale).

Curiosità. Amsterdam deriva il suo nome dal fiume Amstel; si sviluppò nell'attuale metropoli da un piccolo villaggio di pescatori chiamato Aemstelledamme ("diga sull'Amstel"), costruito nel XIII secolo lungo le rive del fiume vicino a una diga (dam) che proteggeva la città dalle violente e disastrose inondazioni dell'IJ.

Alessia Placchi

Condividi
comments

Curiosità