Come organizzare la valigia con i necessaire e beauty case

Come organizzare la valigia con i necessaire e beauty case r

Quando si prepara una valigia per un viaggio che sia breve o lungo la cosa importante e a volte anche la più difficile è essenzialmente quella di riuscire a inserire nel beauty case del bagaglio a mano tutto il necessario. All’interno del beauty case è importante inserire tutto l’occorrente per la cura della persona o del proprio benessere badando ad essere molto organizzati e ordinati, questa accuratezza potrebbe richiedere alcuni consigli. Consigli che spesso sono frutto dell’esperienza cercando di mettere insieme tutto il necessario sia per lei che per lui senza dimenticare quelle che sono le regole di sicurezza aeroportuali. Anche se non si è dei frequentatori abituali di viaggi in aereo dovrai imparare a sistemare il tuo beauty case, per essere pronto ad ogni evenienza, non lasciarti prendere dal nervosismo nella dalla voglia o convinzione di essere in grado di far entrare tutto nel necessarie, perché non è così. Occorre piuttosto sistemare le cose in maniera intelligente con razionalità e ordine. Se non sei aggiornato sulle norme di sicurezza e limitazioni aeroportuali non preoccuparti, infatti in questo post tratteremo anche di questo argomento.

Cosa si può portare?

Per riuscire a creare un beauty case perfetto occorre innanzitutto decidere si da subito se si intenderà viaggiare solo con il bagaglio a mano o anche con quello da stiva per capire quali spazi si hanno disposizione. Bisogna ricordare che la normativa vigente per i voli applicata anche in Italia, al fine di garantire la sicurezza dei viaggi, sancisce che il trasporto di liquidi e sostanze fluide è razionato, per un massimo di 100 ml a contenitore e non si possono inoltre trasportare oggetti metallici (quindi bandite forbicine, taglierini o lime).

Mentre nella stiva è consentito trasportare tutto ciò che si desidera, compresi liquidi con la sola limitazione che la percentuale di alcool non superi il 70%, in cabina è trasportabile solo liquido frazionato o intero che non superi il litro in ogni caso. Il contenitore o la trousse in cui possono essere trasportati questi flaconcini deve essere trasparente e chiuso, in maniera tale che possa essere estratto all’occorrenza è posto sotto il controllo del metal detector. Questa trousse deve essere trasparente e senza scritte. Una delle precisazioni obbligatorie è quella riguardo il fraintendimento delle capienze, ad essere calcolata è la capacità del flaconcino e non l’effettivo contenuto. Tutti i prodotti trasportati nella beauty case sono considerati liquidi tranne alcuni solidi da make up, quindi prodotti come creme, lozioni, smalti, spray o gel per capelli, sono tutti da considerarsi liquidi. Sono da considerarsi liquidi anche alcuni prodotti che effettivamente non lo sono come mascara, fondotinta, lucidalabbra, gloss e deodoranti che devono essere conteggiati nelle limitazioni. Via libera invece a matite ombretti, terre e fard o rossetti in stick o ancora detergenti solidi.

Come organizzare la valigia

Se si opta per la valigia in stiva, si possono mettere dentro di essa perfettamente chiusi in sacchetti di plastica tutti i prodotti liquidi e quelli su cui si hanno dei dubbi. Il resto delle cose su cui si ha la certezza di poterle portare si possono inserire nel bagaglio a mano in modo da averle sempre con sè in caso di necessità. Quando si dovrà sistemare il beauty case nella valigia da stiva sarà sicuramente più facile, in quanto si avrà più spazio ma bisogna ricordare che anche in questi casi ci vuole organizzazione. Se invece ha soltanto il bagaglio a mano bisogna comporre il necessaire da viaggio con molta attenzione per non avere controlli in fase di check in. Come prima cosa bisogna munisciti di sacchetti di plastica con chiusura ermetica della capacità di 1 litro e almeno 10 contenitori ciascuno di 100 ml. Una volta in possesso di questo materiale si può iniziare a riempire i contenitori di ciò che si ritiene strettamente essenziale e va riposto nel beauty case. Alternative a questa operazione sono i mignon dei prodotti che normalmente si usano che si vendono appositamente per ovviare a queste problematiche in aeroporto. Ormai anche il mercato offre una vasta gamma di set da viaggio che comprendono tutto il necessario per organizzare il proprio beauty case in maniera perfetta. Alcuni sono dotati oltre che di tutti i contenitori possibili anche di etichette da apporre o di altri accessori di trasporto.

Cosa portare?

Per le donne l’organizzazione del necessarie da viaggio diventa complicata date le numerose restrizioni per i viaggi in aereo, quindi va effettuata una scelta. Trovare un compromesso e organizzare l’indispensabile. Per prima cosa è bene avere un necessarie come quelli di Carpisa che permettono un’ottima organizzazione e poi diventa fondamentale portare soltanto l’essenziale e prodotti multitasking. Infatti non è di molta utilità, ad esempio, portare prodotti specifici, ma anzi preferire dentifricio e spazzolino, filo interdentale, pettine, shampoo, lacca o schiuma, phon da viaggio, latte detergente, bagnoschiuma meglio se in saponetta, deodorante e profumo. Per il make up in base alle proprie esigenze trasportate con voi il necessario, matita, mascara e rossetto ma un consiglio furbo potrebbe essere quello di portare con sé una palette che li contenga tutti ma in quantità inferiori. Un modo furbo è quello di portare tutti quei prodotti tampone come la BB cream che può fungere da crema e fondotinta allo stesso tempo, oppure rimpiazzate tonico e latte detergente con le più pratiche salviette struccanti. Per gli uomini preferire essenzialmente i prodotti per la cura della barba e il necessario per la cura della persona applicando le stesse regole di base del beauty femminile.

 

 

Curiosità