LOMBARDIA. RHO LA REGIONE DEL VENETO ALLA BIT

PROGETTA IL TURISMO DEL DOMANI

17-20 FEBBRAIO 2011

PADIGLIONE 1 STAND M23Q32

RHO.  Hi-tech, tecnologia ed innovazioni: il sistema turistico veneto presenta alla Borsa del Turismo di Milano grandi novità, pronto a cogliere le sfide dell’era digitale. In un mondo sempre più cosmopolita cambiano le prospettive: il turista moderno programma la vacanza in internet, esige strumenti veloci, chiari e trasparenti, software all’avanguardia per poter interagire. Ed ecco che il Veneto è già un passo avanti, con iniziative che vanno nella direzione di soddisfare richieste del visitatore più esigente. Da qui la scelta di una stand QR-Code, un messaggio forte che va in questa direzione.  Altro grande progetto in cui il Veneto crede è quello del turismo per tutti. L’impegno da parte del territorio è quello di rendere accessibile anche alle persone diversamente abili il magnifico patrimonio che va da Treviso a Verona, da Caorle a Sottomarina, da Venezia a Belluno. La Regione, insieme ai Consorzi e alle Province, sta lavorando affinché anche i disabili possano godere la vacanza nel migliore dei modi, in strutture pronte a rispondere alle loro necessità. Non mancheranno le iniziative che ogni anno caratterizzano le varie località: tra tradizione e novità, sono davvero moltissime le proposte per tutti.

1 - LA VITALITA’ DEL TURISMO VENETO      bit veneto

2 -  L’INNOVAZIONE VIENE DAL TURISMO ACCESSIBILE:

3 - LA REGIONE DEL VENETO ALL’AVANGUARDIA IN EUROPA PRESENTA IL PROGETTO GITANDO.ALL –-

4 - DALLO STAND QR-CODE AL PROGETTO 3DOLOMITI,

5 - IL VENETO DIVENTA HI TECH

6 - PREFERITE LA SPIAGGIA O LA BAITA IN MONTAGNA?

7 - DAL VENETO, IDEE E PROPOSTE PER …LE MILLE E UNA VACANZA

 VITALITA’ DEL TURISMO VENETO:  NEL 2010 14,5 MILIONI DI VISITATORI, 61 MILIONI DI PRESENZE  Commento dei dati di consuntivo 2010 dell’assessore veneto al Turismo Marino FINOZZI  Moderatamente soddisfatto, e ottimista sul futuro: è questa la sintesi che l’assessore ha voluto fare nel commentare i dati turistici del Veneto per l’anno 2010, presentati alla BIT.  Soddisfatto, perché anche nel corso del 2010 il Veneto turistico segna un doppio dato positivo: in termini di arrivi (+4,6% rispetto al 2009) e anche in termini di presenze (+0,6%), segno tangibile e concreto che il Veneto piace per le sue diverse espressioni ed è meta turistica importante a livello nazionale ed internazionale. Moderatamente, perché ad una costante crescita di interesse del Veneto turistico, non corrisponde una analoga crescita in termini economici e di redditività delle imprese del settore turistico, complice la crisi economica e finanziaria che, iniziata a fine 2008, ha inciso a livello europeo ed italiano anche sulla domanda di prestazioni turistiche. Ottimista, perché guardiamo al futuro con una buona dose di positività: il tessuto imprenditoriale e dei servizi è sano e dinamico, il lavoro che si sta facendo per costruire un futuro di prospettiva è importante e qualificato, le sinergie innescate nel territorio non potranno non dare risultati nel prossimo futuro e consentirci di essere protagonisti nella auspicata fase di ripresa dei consumi e della domanda in generale. Va inoltre specificato e segnalato ciò che sembra un’ovvietà, ha proseguito l’assessore Marino Finozzi, e cioè che a poco più di un mese dalla chiusura dell’anno siamo già in grado di disporre dei dati consuntivi: questo non è da tutte le regioni italiane ed europee e conferma che il sistema Veneto è un sistema organizzato ed integrato in grado di disporre di dati utili per la programmazione. Articolando e disaggregando i dati si evidenzia che nel corso del 2010, sono arrivati in Veneto oltre 14,5 milioni di turisti che hanno fatto registrare poco meno di 61 milioni di presenze. Fatto 100 il dato dell’anno 2000, nel decennio 2000-2010 c’è stata una crescita a 111,4 delle presenze turistiche con un incremento maggiore degli stranieri rispetto a quello degli italiani. Nel 2010 il Veneto si conferma sempre più “esterofilo”: è tornato a crescere il flusso dei turisti esteri che costituisce ben il 60,4% delle presenze complessive. Si è registrato un incremento di presenze delle nazionalità che da anni occupano le pri
Condividi
comments

  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Curiosità