UN TOUR LOW-COST TRA PRELIBATEZZE, STORIA E CULTURA PER CELEBRARE I 150 ANNI DELL'UNITÀ NAZIONALE CON HOSTELSCLUB


Ostelli d’Italia

Un tour low-cost tra prelibatezze, storia e cultura per celebrare i 150 anni dell’Unità Nazionale con HostelsClub

Il 2011 è un anno speciale. Si festeggiano infatti i 150 anni dell’Unità d’Italia, un avvenimento che richiese immensi sacrifici ai nostri antenati, ma allo stesso tempo diede grandi soddisfazioni e sancì l’esistenza di una delle nazioni fra le più ammirate e visitate del mondo. L'Italia custodisce tesori artistici e culturali che, storicamente, ne fanno uno scrigno splendente.

In occasione del prossimo 17 marzo – data dichiarata festa nazionale per celebrare in maniera ufficiale la ricorrenza -, ma in genere per tutto il 2011, è possibile compiere un tour dello Stivale per rendere omaggio alla storia e al presente di un Paese per molti versi unico, lo stesso in cui viviamo e che a volte dimentichiamo di apprezzare. Quale occasione migliore, allora, per rinfrescarci la memoria senza svuotarci le tasche?

La prima tappa è ovviamente Torino, prima capitale d’Italia dal 1861 al 1865 e sede dei Savoia, fautori dell’unificazione. Caratterizzata da un'architettura razionale di forte impronta europea, è una città sorprendente, che offre molto dal punto di vista culturale, artistico e del clubbing. Dal Museo Egizio, al Museo del Cinema alla Mole Antonelliana, fino a Palazzo Reale e alla Galleria d’Arte Moderna, sono molteplici le ragioni per visitare il capoluogo piemontese. La cucina è a sua volta un fiore all’occhiello: ha una lunga tradizione in cui la genuinità ha sempre rivestito una grande importanza: dai primi ai vini tutto è strepitoso! L’Osteria del Carmine (Corso Tassoni n.12) si trova nel quartiere di Borgo San Paolo e propone per pranzo un ottimo menu a 10 euro con scelta di due piatti più dessert, acqua e pane. Tra i piatti migliori, da segnalare il tortino di risotto alla zucca con crema al gorgonzola e la mousse di castagne. Dopo mangiato, per ricaricarsi e ripartire a zonzo per la città, ecco l’Ostello di Torino (http://www.hostelsclub.com/hostel/ostello-di-torino), situato in una bellissima zona verde a ridosso del Po e del magnifico Parco del Valentino. Dormire all’ostello costa solo 16 euro a notte.

Dal Piemonte passiamo al Veneto. Venezia, la città a forma di pesce che nuota nella laguna e che da anni è Patrimonio dell’umanità tutelato dall’Unesco. Rialto, Piazza San Marco, il Lido fanno parte dell’immaginario nazionale e mondiale, insieme ad altri luoghi e oggetti simbolo. Ad esempio la Gondola, che solo HostelsClub consente di prenotare online a prezzi lowcost (http://www.hostelsclub.com/article/gondola-lowcost). Un bicchiere di vino – l’ombra – e uno spuntino – il cicchetto – sono altre peculiarità della Serenissima. La miglior polpetta si mangia all’Osteria della Vedova (Cannaregio n. 3912), vicino alla fermata del vaporetto Ca’ d’oro. Polpetta e bicchiere di vino costano al bancone 2 euro. Altri cicchetti a base di pesce e verdure non mancano, così come la clientela, sempre numerosa. Dormire a Venezia poi non è così costoso come dicono: all’Ostello di Venezia (http://www.hostelsclub.com/hostel/ostello-di-venezia), situato sull’isola della Giudecca per una notte si spendono solo 22 euro.

Terza tappa del Tour è naturalmente Roma. Capitale d’Italia e simbolo della storia secolare del Paese, è un coacervo tale di bellezza, piacere e trionfo artistico che parlarne in poche battute è impossibile. Quasi quanto definire l’incanto delle stagioni, il colore del cielo di certi tramonti capitolini o il profilo della città vista dall’alto. Le osterie di Roma sono famose nel mondo, anche per via della schiettezza e dell’ottima cucina. In Trastevere, cuore dei locali di questo genere, c’è la Trattoria da Lucia (Via del mattonato n.2/b), dal 1938 un must per chiunque voglia godere della cucina tipica a prezzi medio-bassi. Da non perdere i mitici rigatoni alla Gricia e l’ottimo spezzatino in umido. Chi vuol fare una pennica, che qui più che altrove è una piacevolezza, può andare all’M&J Hostel (http://www.hostelsclub.com/hostel/mj-hostel-roma), a due minuti da Roma Termini. I prezzi partono da soli 12 euro a notte.

Basta scendere ancora un po’ ed ecco Napoli. Meravigliosa città incastonata tra il il Golfo, il Vesuvio e i Campi Flegrei. Il patrimonio artistico della città è da lasciare a bocca aperta. Basti pensare che il centro storico è il più ampio di tutta Europa e vanta la concentrazione di opere d’arte più elevata tra tutti i siti tutelati dall’Unesco. Di recente, fra l’altro, ha aperto il MADRE (Museo d’Arte Contemporanea Donna Regina), un luogo attivo e che rende merito alla creatività locale. La cucina qui è un trionfo di sapori e di specialità conosciute in ogni angolo del globo, dalla pizza alla mozzarella di bufala. Alla Trattoria da Nennella (Vico Lungo Teatro Nuovo n.103) – una vera e propria istituzione della città sin dal 1949 – i piatti da non perdere sono un’infinità: la pasta con le patate, la mozzarella impanata, l’orata all’acqua pazza e le alici fritte. Per dormire cullati dai ritmi

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Curiosità