IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

La soluzione contro la caduta dei capelli direttamente dal Giappone

wasabi r2

wasabi

Dal Giappone pare sia arrivata una cura contro la caduta dei capelli, a dir poco insolita, considerando che l’elemento responsabile di questo miracolo sarebbe proprio il wasabi: un elemento indispensabile nella cucina nipponica, che gli amanti del cibo asiatico conoscono sicuramente come le loro tasche. Eppure, non stiamo parlando della piccantissima salsetta verde servita nelle ciotoline dei ristoranti giapponesi, ma della pianta dalla quale la suddetta salsetta ha origine. Stando ad alcune ricerche effettuate in Giappone, infatti, questa pianta conterrebbe delle sostanze prodigiose per combattere l’annoso problema della calvizie: si tratterebbe di una notizia probabilmente rivoluzionaria, nel caso dovesse essere poi confermata da approfondimenti clinici.

Questo perché la caduta dei capelli è uno dei problemi che, più di tutti, sanno come fare male non solo al corpo, ma anche al cervello: al punto che, quando un individuo comincia a scoprire la caduta dei capelli e l’incedere della calvizie, si lancia immediatamente nella prova di mille prodotti diversi, sperando di poter bloccare la perdita dei capelli e di riabilitare il proprio aspetto esteriore, l’umore e ovviamente l’autostima. Ma molti di questi trattamenti si rivelano inefficaci o poco utili, e spesso altamente dispendiosi. Al contrario, è possibile trovare una via di mezzo fra rimedi casalinghi e trattamenti chirurgici grazie a formulazioni come quella di Bioscalin Signal Revolution che vanta opinioni ottime da parte di chi ha già utilizzato questo prodotto.

Tornando al wasabi, stando all’azienda nipponica Kinin la pianta utilizzata per creare la suddetta salsa sarebbe molto efficace anche per la cura della calvizie, se strofinata sopra il cuoio capelluto: questo, infatti, favorirebbe il rilascio di alcune sostanze chimiche fra cui la isosaponarina, un elemento che favorirebbe la salute dei bulbi piliferi, riconvertendoli in attivi e addirittura portando una ricrescita 3 volte superiore a qualsiasi prodotto specifico oggi noto. Ma dove finisce la realtà, e dove comincia la finzione? Sul fatto che il wasabi faccia bene al corpo, dubbi non ce ne sono, al punto che da secoli la suddetta radice viene utilizzata nella medicina tradizionale asiatica.

Detto questo, fino a quando la questione non verrà sottoposta ad approfondimenti, ad oggi appare improbabile che strofinarsi il wasabi sulla testa possa provocare una ricrescita dei capelli così veloce. E poi va comunque sottolineato che il wasabi ha un odore molto forte e pungente, per certi versi sgradevole, e che il suo costo è enorme, considerando che, essendo una delle piante più difficili da coltivare al mondo, si parte da 80 dollari l'una. La salsina d'altro canto, non basta neanche lontanamente per via dello scarsissimo contenuto di isosaponarina, che si perde per via della lavorazione.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Salute e Benessere