Da cosa dipende il colore degli occhi?

Il colore degli occhi

DA COSA DIPENDE IL COLORE DEGLI OCCHI?
La maggior parte delle persone è affascinata dal colore degli occhi perché quello di ognuno di noi è unico, come le impronte digitali. Perfino in quelli con tonalità simili la concentrazione di colore può essere molto diversa. Gli occhi possono essere azzurri, ambra, marroni, grigi, verdi o nocciola e secondo alcuni il colore può addirittura essere un indicatore di personalità.

Il marrone è il colore più diffuso al mondo, caratterizzando circa l’80% della popolazione. Segue l’azzurro con un 8-10%, l’ambra e il nocciola, entrambi con il 5%, e infine il verde che con il 2% risulta essere quello più raro.

Noi di Vision Direct siamo sempre interessati a guardare il mondo attraverso gli occhi di qualcun altro, per cui abbiamo pensato di analizzare cosa determini esattamente il colore degli occhi.

Da cosa dipende il colore degli occhi? 

La parte colorata dell’occhio si chiama iride: una sottile membrana di forma circolare che serve a controllare l’ampiezza della pupilla. Questa contiene una pigmentazione chiamata melanina che determina il colore degli occhi attraverso due fattori:

  • le informazioni genetiche trasmesse dai genitori
  • la distribuzione della pigmentazione nell’iride, che influisce sul modo in cui la luce si diffonde quando passa attraverso gli occhi.

In che modo la melanina determina il colore degli occhi? 

Il colore degli occhi è determinato dalla quantità di melanina che abbiamo. Se nell’iride è presente poca melanina il colore degli occhi sarà azzurro, se ce n’è un po’ di più sarà verde e se invece è molto elevata sarà marrone.

Gli occhi di alcune persone presentano macchie di colore differenti dovute a una diversa concentrazione di melanina. Capita spesso, ad esempio, di vedere degli occhi azzurri con un cerchio verde o marrone intorno alla pupilla. Ciò significa che le varie parti dell’iride contengono quantità di melanina diverse.

In che modo i geni influiscono sul colore degli occhi? 

Ogni cellula del corpo contiene 46 cromosomi divisi in 23 coppie. Al momento del concepimento riceviamo un cromosoma da ciascun genitore per formare le nostre coppie di cromosomi.

I cromosomi sono composti dai geni, che a loro volta sono costituiti da una porzione specifica del DNA. Questi geni – anch’essi prodotti a coppie – determinano molte delle nostre caratteristiche fisiche. Secondo gli scienziati, nella determinazione del colore dei nostri occhi sarebbero coinvolti fino a 16 tipi di geni diversi.

I nostri geni ordinano a una cellula contenuta nell’iride di produrre una determinata quantità di pigmentazione scura chiamata melanina. Più ne verrà prodotta, più il colore degli occhi sarà scuro.

I geni che fanno produrre più alti livelli di melanina, determinando gli occhi marroni, sono dominanti rispetto a quelli che ne fanno produrre di più bassi, creando gli occhi azzurri. Ciò significa che quando ereditiamo il gene degli occhi marroni, questo prevarrà su quello degli occhi azzurri.

Alla nascita, il colore degli occhi dei bambini è azzurro perché la produzione di melanina non è ancora iniziata. Solo verso i tre anni, infatti, è possibile vedere il loro colore definitivo.

I due geni principali responsabili del colore degli occhi sono l’OCA2 e l’HERC2, contenuti nel cromosoma 15. È bene ricordare che le persone con occhi di colore differente non hanno geni diversi, ma versioni diverse degli stessi geni.

Il colore degli occhi può cambiare? 

Avrai sicuramente notato che il colore degli occhi di alcune persone sembra cambiare in base alla luce. Ciò accade perché l’iride ha due strati e a volte la pigmentazione è presente su entrambi. Nelle persone con gli occhi azzurri o verdi, lo strato anteriore contiene poca melanina e, a seconde della quantità di luce presente all’esterno, il colore sembra cambiare quando questa penetra in ciascuno strato.

I cambi di luce influiscono anche sulla dimensione della pupilla, che si dilata quando la luce è debole e si restringe quando è intensa. Durante queste variazioni di ampiezza, la pigmentazione dell’iride si restringe o si allarga e ciò può portare a un leggero mutamento nel colore degli occhi.

Le forti emozioni sono un altro fattore in grado di far variare la grandezza della pupilla. Quando, per esempio, le persone sono innamorate o arrabbiate il colore dell’iride può cambiare.

In alcuni casi,il colore degli occhi può mutare con l’età, soprattutto nelle persone con gli occhi chiari. Anche l’esposizione al sole può far variare il colore degli occhi, rendendoli più scuri, esattamente come succede alla pelle. Per questo motivo, se trascorri molto tempo all’aria aperta, è importante indossare gli occhiali da sole per proteggerli. Il colore degli occhi può cambiare in modo lieve anche per altre cause, leggi il nostro articolo sull'argomento per scoprirle tutte.

Se non ti piace il colore dei tuoi occhi e vuoi provarne uno nuovo, puoi sempre indossare delle lenti a contatto colorate, ideate per riprodurre l’aspetto l’originale dell’iride. Esse possono alterare il tuo colore naturale sia mettendolo lievemente in risalto, come fanno le FreshLook Dimensions, che cambiandolo drasticamente, come fanno le FreshLook Colorblends.

Link correlati