IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

Cellule staminali cordone ombelicale: una scelta informata

cellule staminali cordone ombelicale

Cellule staminali cordone ombelicale: una scelta informata

A cura di Sorgente Genetica

Le coppie che sono in attesa di un bambino si mostrano sempre più interessate alle cellule staminali cordone ombelicale. Tuttavia, nonostante la disponibilità di tanti e differenti mezzi di comunicazione, è ancora molto difficile trovare informazioni esaustive e chiare su questo argomento.

Il giorno del parto è l'unico momento adatto alla raccolta delle cellule staminali contenute nel sangue del cordone ombelicale del neonato. Oggi, in Italia, le famiglie possono scegliere di donare pubblicamente le cellule staminali cordonali, oppure di conservarle privatamente presso strutture dedicate, chiamate "biobanche" o banche del cordone, che si trovano all'estero.

Essere in possesso di certificazioni nazionali e internazionali, come ad esempio la JACIE (Join Accreditation Committee) e la AABB (American Association of Blood Banks), conferisce maggior credito e affidabilità alle banche del cordone.

Il sistema pubblico italiano di raccolta e di conservazione delle cellule staminali, allo stato attuale, è alle prese con grosse limitazioni, nonostante sul territorio nazionale siano presenti ben 18 biobanche pubbliche i cui costi di mantenimento sono a carico dei contribuenti. Le stime rivelano che su 55.000 domande di donazione, solo 1.171 depositi (più o meno il 2,1% del totale delle richieste) sono stati fatti1. In pratica, di tutti i nuovi nati, solo allo 0,2% sono state prelevate le cellule staminali del cordone ombelicale e conservate in biobanche (una percentuale irrisoria)1. Questi numeri non sono sufficienti a garantire un percorso di qualità nè a giustificare, dai punti di vista economico e terapeutico, l'esistenza delle biobanche pubbliche. Inoltre, il sistema di raccolta pubblico dei campioni funziona solo dal lunedì al sabato, in orari diurni, e ciò non agevola tutte le persone interessate.

Si stima che ad oggi circa 95 cordoni su 100 finiscono tra i rifiuti speciali2. Per tale motivo, sarebbe costruttivo trovare una soluzione per ridurre lo spreco di campioni così preziosi per le persone, e non far nascere dibattiti e polemiche fra donazione e conservazione privata del cordone.

Una soluzione potrebbe essere quella di organizzare dei canali di diffusione delle informazioni, imparziali e veritieri, che parlino sia dei pro sia dei contro della conservazione privata e della donazione. Le informazioni chiare e precise sono necessarie soprattutto alle famiglie, cosicché compiano la loro scelta nel modo più informato e consapevole possibile.

Per maggiori informazioni: www.sorgente.com

Riferimenti bibliografici

1. Ministero della Salute, Report attività banche cordone ombelicale 2016 CNS. Clicca qui per vedere il grafico

2. www.aduc.it

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Salute e Benessere