IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

Le fantasie sessuali... del Dr. Roberto Bernorio

 

LE FANTASIE SESSUALI

L’immaginario sessuale maschile e femminile è spesso inibito per i sensi di colpa che genera. Le conseguenze di questa inibizione portano spesso ad una diminuizione dell’interesse e del piacere sessuale.

di Roberto Bernorio

fantasie erotiche sessuali

LETTERA

Caro Dottore,

la relazione che vivo da più di 8 anni sta attraversando un periodo di svogliatezza nei confronti del sesso. L’altra sera, confrontandoci con una coppia di amici, io e mia moglie ci siamo resi conto di avere pochissime fantasie sessuali. Quando abbiamo provato a parlarne tra di noi ci siamo addirittura sentiti in imbarazzo. Lei pensa che questa cosa possa avere influito sull’ingrigimento della nostra sessualità?

Dario (e Sabrina)

 

RISPONDE IL SESSUOLOGO

Le fantasie sessuali rappresentano uno degli argomenti capaci di creare il maggiore imbarazzo anche all’interno di coppie che presentano un buon livello di affiatamento e di comunicazione. Questo accade perché spesso non si conosce l’importante funzione che esse svolgono nel mantenimento del nostro benessere sessuale. D’altra parte la capacità di fantasticare ci pone sul gradino più alto della scala evoluzionistica. Perché allora non sfruttare l’occasione e utilizzarla ad esempio per raffinare l’erotismo? Quando parliamo di immaginario dobbiamo però tenere presente che non si tratta dell’immaginario inconscio dei sogni, bensì di quelle fantasie consce che vengono elaborate a ‘occhi aperti’. Molti ritengono di non avere fantasie di questo tipo rivolte verso il sesso, ma attenzione: per essere consapevoli delle proprie fantasie bisogna prima di tutto riuscire ad accettare con se stessi le rappresentazioni in esse contenute. Queste ultime possono fare riferimento a svariati comportamenti sessuali poco accettati dalla morale comune. Capita così ad alcune persone di provare forti sensi di colpa davanti alle proprie fantasie sessuali che quindi vengono represse e negate nella loro esistenza. Responsabile di queste inibizioni è la confusione tra mondo fantasmatico e mondo reale. Le due entità sono separate e non necessariamente la prima si traduce nella seconda. Comprendere la completa autonomia funzionale del nostro immaginario rispetto alla realtà significa poter ridimensionare i sensi di colpa e riconoscere il diritto di esistenza di quello che potremmo definire il nostro ‘giardino segreto’. Le fantasie erotiche presenti in questo giardino, se riscoperte e coltivate, stimolano insieme agli altri canali sensoriali (vista, udito, tatto, olfatto) le aree del nostro cervello predisposte alla reazione sessuale. Questo si traduce in un’esperienza soggettiva più appagante e diversificata che consolida la struttura della coppia nel tempo. Spesso i rapporti coniugali si indeboliscono e si sgretolano dal punto di vista fisico proprio perché i partner reprimono o ignorano le fantasie e restano così invischiati nella noia e nell’abitudine.

 

Dr. Roberto Bernorio

 

Dr. Roberto Bernorio
Specialista in Ginecologia

Psicoterapeuta
Sessuologo clinico
www.robertobernorio.it

LOGO AISPAA.I.S.P.A.

Associazione Italiana Sessuologia Psicologia Applicata

Presidente Prof. W. Pasini

Via Marostica 35, 20146 - Milano

www.aispa.it


 

 

 

 

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Salute e Benessere