IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

LETTERA AL DIRETTORE SILVIO… di Peter Boom

 
LETTERA AL DIRETTORE SILVIO… di Peter Boom
 

Caro Silvio,

chi  scrive ha la Tua stessa età, ha fatto anche lui il cantante a bordo delle navi di crociera (Angelina Lauro, Homerick, Siosa). Certamente non sarò  io a giudicarTi per il fatto che Ti piacciono le ragazze. D'altronde la gioventù   piace alla maggior parte delle persone. Durante la mia vita ne ho combinate tante e dopo aver scoperto a 23 anni il mio lato omosessuale mi sono divertito   ancora di più soprattutto durante i miei frequenti viaggi e negli anni che   avevo un compagno stabile. Ho vissuto bellissime esperienze di amicizia,  affetto e di vero amore con ragazzi (18 – 32 anni) che avevano il coraggio di stare e/o abitare con me. Coraggiosi perché l'attivismo gay mi ha sempre   fatto vivere le mie tendenze apertamente. Il sesso non è peccato! Perché  nasconderlo? Molti avevano, e hanno tuttora, paura di farsi vedere con me.

Ridicolo, vero? Quando una persona diventa famosa o è detentore di poteri   come Te, allora la situazione diventa ancora più difficile proprio perché   si ritiene che non sia possibile trovare una amicizia, un affetto o addirittura un Amore vero. Tutti davanti a Te si inchinano, vorrebbero ottenere favori,   col risultato che Ti fanno sentire circondato da montagne altissime d'ipocrisia.

Quando poi qualcuna/o dovesse sentire vero affetto per Te non ci crederesti più. Così è andata ad altre persone arrivate in cima alla notorietà, portandole all'autodistruzione come anni fa era successo al mio carissimo amico Nino che poi fortunatamente si è ripreso. Per quelli della nostra età  esistono le giovani o i giovani gerontofili che si sentono attratti maggiormente dalle persone anziane. Uno di questi circa tre anni fa mi disse che per lui ero ancora troppo giovane. In un mio discorso a Limassol (Cipro) nel 2002 al congresso della European Federation of Sexology ho detto tra l'altro che  “per ognuno c'è sempre qualcuno”

(http://www.pansexuality.it).

 Quando  si paga (o favorisce in altro modo) una persona per la sua prestazione sessuale  non c'è amore o affetto, ma solo sesso. Quando si paga (o favorisce in altro modo) una persona per la sua prestazione sessuale non c'è amore o affetto, ma solo sesso. La stragrande parte degli atti sessuali sono determinati unicamente dalla nostra spinta sessuale ed è sacrosanto, è la NATURA.

Il sesso può essere vendibile, l'affetto e l'amore no, quelli sono sentimenti profondi. Naturalmente i sentimenti si possono fingere, ma allora non sono più veri.

Neanche il Papa aveva capito questo quando ha pronunciato la seguente frase. “Voi giovani non potete e non dovete adattarvi ad un amore ridotto a merce di scambio, da consumare senza rispetto per sé e per gli altri, incapace di castità e purezza”.

Ripeto, l'amore o un sentimento non sono vendibili, non possono essere merce di scambio!

Però, quando si cerca solo sesso,  questo non sembra bastare mai, rimane solo uno sfogo della nostra spinta sessuale. In fondo si cerca anche affetto, una completezza psico-fisica. Si può pagare sperando di trovare così un sentimento autentico nell'altra/o, ma ... diventa poi difficile riconoscerlo. Quando ci sono di mezzo gli interessi le finzioni aumentano.

Quando ci troviamo più avanti con l'età vorremmo godere ancora degli ultimi spruzzi e sprazzi della nostra esistenza, ma forse sarebbe il caso di fermarsi un po'. Può darsi, che quando meno Te lo aspetti, arrivi un'esperienza appagante, bellissima. E forse anche no, chi lo sa.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Salute e Benessere