Ferdinando Asnaghi 230x120 Synlab 2020 115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

Tumore alla prostata, arriva la protesi che ripristina le funzioni sessuali

urologo-e-andrologo

Uro-andrologo

Dottor MARCO COSENTINO 

presso Casa di cura "VILLA MARIA" Padova

 Milano da "VILLA LETIZIA"

Dr-Cosentino-Marco

Tumore alla prostata : arriva la protesi che ripristina le funzioni sessuali in meno di un'ora. Arriva la protesi che risolve in regime ambulatoriale e in meno di un’ora l’impotenza (disfunzione erettile grave), anche quella che si può verificare dopo l’asportazione della prostata per tumore. Il problema riguarda oltre 3 milioni di italiani, che ora possono ritrovare la gioia del sesso con piena soddisfazione della coppia

vasectomia-

Sono oltre 3 milioni gli italiani affetti da deficit erettile grave. In genere si tratta di uomini che hanno superato i 50 o i 60 anni, ma alcuni sono giovani. La maggior parte di loro sono reduci da un tumore della prostata ma altri soffrono di malattie cardiovascolari, diabete o disfunzioni che occludono le vene. Patologie che spesso comportano una disfunzione erettile grave, tale da compromettere la vita di coppia. Per tornare ad amare quando le "pillole dell'amore" non sono sufficienti, la soluzione risolutiva e garantita a vita è l’impianto di una protesi con un’innovativa metodica chirurgica mininvasiva messa a punto dal dottor Marco Cosentino, uroandrologo presso la Fundacio Puigvert di Barcellona (tra i centri di eccellenza europei) e l'unico a praticare questo tipo di intervento in Italia.

Quaranta minuti e una sola mossa  “L'operazione”, spiega il dottore, “consiste nell'inserimento nei corpi cavernosi del pene di una protesi malleabile. E' costituita da due cilindri semirigidi di silicone che sono inseriti attraverso una piccola incisione di 1,5 centimetri, senza modificare la sensibilità e la normalità dell'orgasmo.  L'intervento si svolge in anestesia locale e dura circa 40 minuti". Aggiunge Cosentino: “I vantaggi sono evidenti. Tra questi spicca la brevità del tempo per l'impianto, l'esiguità del taglio, il ricorso a un'anestesia leggera (simile a quella per le cure dentistiche), e ciò comporta meno rischi di tipo trombotico o altre spiacevoli conseguenze. Le protesi malleabili mantengono costantemente la loro rigidità e quindi si ha uno stato di erezione che consente di avere il rapporto sessuale quando lo si desidera. Sono semplici da usare, sia per il paziente sia per il partner, perché manualmente orientabili: basta una mossa per flettere il pene verso l’alto e avere l’erezione, e verso il basso quando non è necessario".

Anche per le malformazioni  "La protesi malleabile, che rappresenta la prima scelta perché di facile inserimento e di costi contenuti, è indicata  per i pazienti affetti da malattie cardiovascolari, diabete, obesità, problemi allo scroto. Risolve anche un altro grave e invalidante problema: l'induratio penis plastica, una grave malformazione del pene, che si incurva e impedisce i rapporti sessuali”

Dottor Marco Cosentino specialista in urologia e in andrologia, membro del FEBU (Fellow of the European Board of Urology), che ne attesta la qualifica di superspecialista in urologia e garantisce che le sue prestazioni si attengono strettamente ai dettami della Società Europea di Urologia.

Presta la propria attività in numerose strutture italiane, e tra queste Villa Letizia di Milano, Villa Maria di Padova, il Centro di Medicina di Mestre, Il Centro medico di Aversa, il Centro Promedic di Caltagirone e il Centro Medico Sacro Cuore di Modica

 

 

Informazioni:

Dr. Marco Cosentino

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

www.marcocosentino.com

 

 

Condividi
comments

Salute e Benessere