IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

Bere caffè fa bene o fa male alla salute?

di Evelina Flachi...

caffeSono tante le ricerche svolte allo scopo di trovare una risposta chiara a questa domanda. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista "Heart", specializzata in cardiologia, bere dalle 3 alle 5 tazzinedi espresso (pari a 300/500 mg di caffeina) al giorno potrebbe ridurre il rischio di avere un attacco di cuore. Dallo studio, condotto su un campione di 25.000 persone, è emerso che chi era solito prendere più di tre caffè al giorno aveva le arterie ‘più pulite’ rispetto aglalcaloide i altri. Altre ricerche hanno concluso che consumare una quantità di caffè eccessiva costituirebbe un rischio per la nostra salute. Il dibattito è aperto. La sostanza accusata come dannosa è la caffeina, un presente, in quantità minore, in altri alimenti come tè, cacao, cola. Uno degli effetti della sostanza è lo stimolo che essa determina sull’attività cerebrale inducendo una migliore capacità di concentrazione, di apprendimento e associazione di idee. La caffeina può produrre importanti effetti analgesici sul corpo umano, per cui è utilizzata anche per la preparazione di alcuni farmaci che alleviano il dolore di piccoli traumi. Da studi condotti a Parma (presso il Centro per la Cura delle Cefalee) è risultato che il caffè ha un ruolo importante nella prevenzione dell’emicrania. Inoltre, numerosi studi confermano il potere antiossidante del caffè: le sostanze flavonoidi che contiene contrastano l'azione dei radicali liberi e pertantopossono favorire la prevenzione dei tumori legati all'invecchiamento delle cellule. Nella cosmesi la caffeina è pertanto usata in creme viso con effettoanti invecchiamento, anti rughe e anticellulite. Concludendo, bere il caffè in genere non fa male, anzi aiuta a farci sentire più vigili e attivi. Come per tutti gli alimenti, l’abuso non è mai consigliato così come se ne sconsiglia il consumo in presenza di problemi di salute, oppurequando è controindicato dal medico o per un’individuale sensibilità alla caffeina. In questi casi possiamo bere caffè decaffeinato comunque gustoso ed oggi di qualità garantita dalla moderna estrazione della caffeina.

FAVORISCE L’ATTENZIONE?

Tra gli effetti più noti provocati dalla caffeina vi è senza dubbio quello di stimolare la concentrazione e di migliorare la capacità di attenzione. Sembra però che l’effetto sia di breve durata e non aumenta se alla prima tazzina se ne aggiungono altre subito dopo. Questo spiega perché il caffè ha i maggiori effetti stimolanti se bevuto al mattino, quando il riposo della notte ha allentato attenzione e concentrazione, oppure subito dopo aver mangiato quando si ha un naturale calo della vigilanza.

FA BRUCIARE ENERGIA?

Una ricerca condotta dall’istituto di fisiologia di Losanna ha misurato l’effetto del consumo abituale di caffè sul metabolismo energetico in donne magre e obese, in un periodo di 24 ore. Dall’analisi dei dati è risultato che il dispendio di energia aumenta con l’assunzione di caffè in dosi adeguate sia nelle magre che nelle obese. Inoltre il giusto consumo di caffè ha prodotto un aumento del consumo dei grassi durante la mattina successiva al test per un aumento della termogenesi che può produrre in alcuni soggetti.

È UN NATURALE ANTIDEPRESSIVO?

Due o tre tazzine di caffè al giorno possono migliorare il tono dell’umore ed aiutano ad affrontare con più serenità la giornata e le difficoltà quotidiane! È la conclusione a cui sono giunti alcuni ricercatori del Dipartimento di Medicina di Boston al termine di un ampio studio durato 10 anni.

LE PROPRIETÀ DEL CAFFÈ VERDE

Il caffè verde, un tipo di caffè della qualità arabica ma non tostato, ha diversi benefici sulla salute. Esso presenta proprietà differenti rispetto a quello tradizionale, dovute alla mancanza della tostatura. Il suo estratto ha un basso contenuto di caffeina dunque non è uno stimolante e può esser assunto in dosi maggiori rispetto al caffè classico. A differenza di quest’ultimo, bevendo caffè verde non si ha il picco di caffeina dopo circa 30 minuti. Infatti dopo una tazzina di caffè verde non si raggiungono alte concentrazioni e la caffeina resta in circolo per tempi molto più lunghi, con effetti moderati sul sistema nervoso nei soggetti sensibili. Inoltre contieneanche una buona quantità divitamine e sali minerali.

Condividi
comments

Alimentazione