IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

L’Amore per il cibo ci rende liberi

“Dobbiamo riconoscere il desiderio di nutrirci come il nostro bisogno primordiale, un atto di amore e di accudimento irrinunciabile.” Carla Lertola.

L’amore per il cibo ci rende liberi e, soprattutto, sani. Il cibo è uno dei rami più importanti della medicina preventiva e anche curativa. Ha la capacità di prendersi cura di noi e mantenerci in salute. Da queste premesse è nata l’iniziativa, “L’amore per il cibo ci rende liberi”, promossa dal Consorzio delle Prugne della California, che ha coinvolto la Dottoressa Carla Lertola e lo Chef Eva Golia. Un’occasione per riaffermare alcuni concetti essenziali per un nuovo approccio alla cucina, più consapevole e salutare. Il risultato? Ricette sane, gustose, non esageratamente caloriche, che rispettano la migliore dieta del mondo, la dieta Mediterranea, rivista secondo il Metodo Carla Lertola. Ricette realizzate utilizzando come ingrediente principe le Prugne della California. Un Menù buono e sano composto da cinque ricette davvero sorprendenti, non solo nei gusti ma anche nel loro sapersi dedicare, nello specifico, alla cura del corpo. Ricette quindi che vanno oltre il concetto di “nutrire”.

Che cosa significa essere in buona salute e alimentarsi correttamente?

Durante l’incontro, la Dottoressa Lertola ha illustrato le molteplici sfaccettature di un’alimentazione sana, raccontando quali sono le proprietà della prugna secca.

Le prugne secche sono da utilizzare un po’ dappertutto – sottolinea la Lertola - perchè contengono potassio, magnesio, vitamina B6 e tante fibre. Sono pure prive di sodio. L’azione sinergica di questi e di altri componenti nutrizionali contenuti nelle prugne secche, può avere effetti benefici sulla salute. Inoltre la prugna secca ha un apporto calorico molto inferiore alla frutta secca oleosa, un criterio di cui bisogna tener conto in un corretto regime alimentare”.

Per raggiungere i nostri obiettivi di salute, peso e benessere, la Dottoressa Lertola ci invita a porre particolare attenzione al nostro rapporto con il cibo, perché per stare bene non dobbiamo essere in conflitto con esso, ma dobbiamo amarlo.

Durante l’incontro lo Chef Eva Golia ha proposto alcune ricette in linea con il tema dell’iniziativa.

Le prugne hanno un’ottima quantità di ferro al loro interno che, se combinato con la Vitamina C contenuta per esempio nell’arancia, viene assimilato perfettamente.

Ecco allora una fresca ricetta: 

GELO D’ARANCIA E PRUGNE DELLA CALIFORNIA

Tempo di preparazione: 10 min

INGREDIENTI - Dose per 4 persone

300 ml di succo di arance rosse

40 gr di zucchero

50 gr di acqua

2 fogli di gelatina da 5 gr cad

8 Prugne della California

2 mele verdi

Scorza d’arancia a listarelle per guarnire

Polvere di anice stellato facoltativa

PREPARAZIONE

Ammollate i fogli di gelatina in un recipiente con acqua fredda, nel frattempo fate sciogliere lo zucchero nell’acqua mettendo il tutto in un pentolino e portando a ebollizione, aggiungete la gelatina strizzata e fatela sciogliere.

Suddividete il composto in un contenitore basso e largo e mettete in frigorifero a fare raffreddare e rapprendere.

Nel frattempo sbucciate le mele, tagliatele a dadini e irroratele di limone per non farle annerire, sciacquate le Prugne della California, asciugatele e tagliate a piccoli filetti.

Rompete la gelatina in modo da farne tanti pezzetti da alternare alla frutta, servite decorando il bicchierino con le scorze di arancia; se volete profumare ancor di più la preparazione potete spolverizzare con un poco di anice stellato polverizzato. 

Di seguito le altre ricette per un menù sano e buono pensato per farci amare o re-innamorare del cibo.

SMOTHIES AI FRUTTI DI BOSCO, PRUGNE DELLA CALIFORNIA E COCCO AROMATIZZATO ALLA MENTA

Tempo di preparazione: 5 min

INGREDIENTI - Dose per 1 persona

100 g di mirtilli

50 g di more

2 g di Prugne della California

1 cucchiaino da te di cocco disidratato

100 ml di latte di mandorle

1 foglia di menta 

PREPARAZIONE

Mettete i frutti di bosco in un colino largo e a maglie medie, passatelo con delicatezza sotto l’acqua corrente (flusso delicato per non rompere i frutti), lasciate colare l’acqua in eccesso.

Sciacquate le Prugne della California sotto l’acqua, tagliale a pezzettini.

Inserite tutti gli ingredienti nella brocca del frullatore (va bene anche un frullino a immersione) e frullate per diversi secondi, sino a quando non sarà ben miscelato, servite con la foglia di menta come guarnizione.

I NUMEROSI BENEFICI DELLE PRUGNE DELLA CALIFORNIA PER LA SALUTE.

prugne della california 24Morbide, gustose e succose, se inserite all’interno di una dieta varia e bilanciata e di uno stile di vita attivo, le Prugne della California sono molto utili per la nostra salute. Le prugne secche sono un’ottima fonte di fibre, potassio, manganese, Vitamina K, Vitamina B6 e zuccheri. Prive di grassi e di sodio. L'azione sinergica di questi e di altri componenti nutrizionali, può avere effetti benefici sulla salute, se le prugne secche sono consumate regolarmente. Scopriamo insieme quali sono i principali benefici derivanti dall’assunzione di Prugne della California:

- L’assunzione di circa 100 g di prugne secche (corrispondenti a circa 8-12 frutti) contribuisce alla normale funzione intestinale.

- Le prugne secche sono prive di grassi. Come è noto, ridurre il consumo di grassi contribuisce alla prevenzione delle malattie che riguardano l'apparato cardiovascolare.

- Le prugne secche sono prive di sodio, per questo si dice che sono amiche del cuore. Controllare l'assunzione di sodio è un’abitudine alimentare essenziale per il mantenimento della corretta pressione sanguigna.

- Le prugne sono un’ottima fonte di potassio, che contribuisce alla corretta funzionalità muscolare e aiuta a mantenere la pressione sanguigna a livelli normali.

- Le prugne sono una fonte di vitamina B6, che contribuisce alla corretta sintesi dei globuli rossi e del collagene e al funzionamento del sistema nervoso, favorendo contemporaneamente anche il benessere psicologico. La vitamina B6, insieme al rame, contribuisce al rafforzamento delle difese immunitarie.

- Le prugne sono una fonte di manganese e rame, minerali utili per proteggere le cellule dall'azione dannosa che lo stress ossidativo può provocare. Non sottovalutiamo il ruolo determinante del rame per il trasporto del ferro nel circolo sanguigno, così come nella formazione del collagene, prevenendo il rilassamento cutaneo e favorendo così il mantenimento di una cute sana.

- Le prugne sono un’ottima fonte di vitamina K, vitamina liposolubile che, oltre ad essere dotata di attività antiemorragica proprio perchè direttamente coinvolta nel processo di coagulazione del sangue, contribuisce anche al mantenimento della struttura ossea. 

Condividi
comments

Alimentazione