IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

LA REGINA MARGHERITA MANGIAVA IL POLLO CON LE DITA…


A cena con amici o in occasioni formali…

ma come si mangia il pollo!?!

«Anche la regina Margherita mangia il pollo con le dita». È questa la frase che divenne famosa dopo il viaggio della regina a Napoli nel 1889, dove lei, come una comune popolana, infrangendo l’etichetta prese un cosciotto di pollo con le mani. Il pollo arrosto, un tempo simbolo della domenica in famiglia, ha oramai perso gran parte della popolarità nei menù dei nostri ristoranti per ritrovarsi relegato nelle rosticcerie, nei ristoranti cinesi e nei supermercati. Colpevoli gli allevatori di “polli di plastica”, di quelli che, presa in mano la coscia che cerchi di  gustare, al primo morso la polpa si stacca e ti ritrovi con l’osso in mano.  Inoltre, è più facile acquistare buoni polli da prepararsi personalmente a casa. Ma il pollo come si mangia? In realtà soprattutto se si mangia l’ala o la coscia, spolparle fino all’osso usando solamente forchetta a coltello diventa tremendamente complicato. L’argenteria delle antiche famiglie aristocratiche includevano un apposito strumento per bloccare e reggere la coscia del pollo, una specie di morsetto a vite con un elegante manico in argento.  Il galateo odierno ammette l’aiuto delle mani, ovviamente solo con familiari e amici molto stretti. L’ideale è iniziare con le posate per arrivare a spolpare alla fine con le mani, usando le dita in maniera discreta   evitando di impiastricciarsi però tutte le dita e la bocca! Nelle occasioni formali invece bisognerebbe desistere e lasciare gli ultimi pezzi attaccati al loro osso.  Nella realtà, anche in cene formali, (non a Buckingam Palace o al Quirinale!) quasi nessuno si priva della parte più saporita della carne…

 

La Redazione

(articolo pubblicato sul magazine  24orenews Milano – luglio 2011)

Condividi
comments

Alimentazione