IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

Benefibra: ecco 5 Regole D'oro per una prima colazione completa ed equilibrata




 

BENEFIBRA

Molto più di una comune fibra

Benefibra è un integratore alimentare a base di fibra PHGG (Partially Hydrolized Guar Gum) ottenuta dall’idrolisi parziale della gomma di Guar. E’ unica e innovativa perché idrosolubile non gelificante: rimane sempre liquida nell’intestino, quindi non presenta i tipici inconvenienti degli integratori di fibre tradizionali (quali la formazione di gas e la riduzione dell’assorbimento di micronutrienti).

 

Grazie alla capacità di legare acqua del PHGG, Benefibra  ridona volume all'interno dell’intestino e aiuta a normalizzare il transito intestinale, contribuendo così ad alleviare gli spiacevoli sintomi dell’intestino “irritabile”[1]:

·  dolore e gonfiore addominale;

·  irregolarità intestinale (stitichezza e/o diarrea);

 

Benefibra è l’aiuto adatto ad alleviare i principali sintomi dell’intestino “irritabile”, in tutte le sue varianti, con stitichezza,  diarrea e alternanza delle due. In caso di stipsi (transito rallentato), il PHGG cede l’acqua che ha legato nel piccolo intestino alle feci poco idratate mentre, in caso di diarrea (transito accellerato), continua a legarla sottraendola alle feci liquide o semiliquide. Con l’uso, aiuta quindi la normalizzazione dell’attività intestinale e può favorire il corretto sviluppo della flora batterica. Benefibra aiuta così progressivamente l’intestino a muoversi nel modo giusto, riducendone l’eccessiva “reattività” e restituendo la tranquillità: ci si sente di nuovo a proprio agio con se stessi e con gli altri.

 

Benefibra, è ben tollerata e può essere assunta anche da donne in gravidanza, da anziani e bambini al di sopra dei 3 anni. La sua assunzione non interferisce con l’assorbimento di micronutrienti nell’adulto[2] e non sono note interazioni con farmaci.

 

Benefibra può favorire, inoltre, la crescita dei bifidobatteri e dei lactobacilli, contribuendo così alla ricomposizione della corretta flora batterica (effetto prebiotico), senza di norma provocare meteorismo o distensione addominale fastidiosi.

 

Benefibra, come dimostrano i risultati delle evidenze cliniche pubblicate[3], èquindi l’aiuto adatto per i principali sintomi dell’intestino “irritabile”.

 

Tipo di fibra

Fibra di Guar (Cyamopsis tetragonoloba) idrolizzata con un enzima specifico (galattomannanasi).

 

PHGG: Partially Hydrolyzed Guar Gum.

La versione liquida in bustine è:

·         comoda: perché predosata e già pronta da bere

·         gradevole: al sapore di mela verde

 

La versione polvere:

·         è insapore: si può sciogliere in tutte le bevande o cibi e non ne altera il sapore

·         si scioglie completamente

·         nel formato Stick Pack è ancora più comoda da assumere e da trasportare

 

Presentazione

  • Liquido bustine: 12 bustine predosate da 60 ml, per 12 giorni di utilizzo, già pronte da bere, al gradevole sapore di mela verde 
  • Polvere granulare: barattolo da 96 g, per 14 giorni di utilizzo, insapore da aggiungere a bevande o cibi caldi o freddi
  • Polvere in bustine Stick Pack predosate:confezione da 14 bustine, per 14 giorni di utilizzo, insapore da aggiungere a bevande o cibi caldi o freddi
  • Fiber Drink: confezione da 6 bottigliette da 94 ml pronte da bere ai gusti di Tè verde e Pera e Tè Verde e Aloe Vera (1 bottiglietta - 5 g di fibra PHGG).

 

Dose consigliata

Liquido bustine: 1 busta al giorno (pari a 5g di fibra).

Polvere: 2 cucchiai da tavola rasi al giorno, pari a 5g di fibra.

Polvere in bustine predosate: 1 bustina al giorno, pari a 5 g di fibra.

Fiber Drink: 1 bottiglietta al giorno, pari a 5 g di fibra.

 

E’ consigliabile assumere Benefibra ogni giorno, preferibilmente al mattino per almeno 4 settimane.

 

 

www.benefibra.it

 

Ufficio stampa Novartis Consumer Health

ECHO Comunicazione d'Impresa e RP


Condividi
comments

Alimentazione