IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

Walter Chiara, il Caravaggio della chirurgia estetica

RITROVARE LA BELLEZZA CON

IL "CARAVAGGIO DELLA CHIRURGIA ESTETICA"

WALTER CHIARA chirurgo estetico

WALTER CHIARA, specialista in medicina e chirurgia estetica,

punta a trattamenti poco invasivi e

 dà spazio alla medicina rigenerativa

 

Se si potesse, tutti farebbero un patto con il diavolo per non invecchiare o almeno per allontanare quanto più possibile quel momento. Ma non sempre il diavolo è a portata di mano, tanto vale affidarsi a un medico esperto che ne "sa una più del diavolo". Come Walther Chiara, specialista in medicina e chirurgia estetica (i suoi studi a Lugano e San Marino, e consulenze a Milano e a Roma), uno dei medici italiani tra i più attivi in campo internazionale, che si è guadagnato anche il soprannome di "Caravaggio della chirurgia estetica". E non solo. Nel luglio 2008 il Comitato Scientifico del 52° World IACS Congress lo ha nominato uno dei migliori 100 chirurghi estetici del mondo. Le sue specialità? Puntare a trattamenti poco invasivi come il natural filler, dare spazio, da tanti anni, alla medicina rigenerativa e occuparsi di nutrizione. Certo sono interventi un po' più costosi dei tradizionali, ma i risultati sono garantiti.

Si parla tanto di medicina rigenerativa. Ci spiega che cosa è?

Questa metodica aumenta la nostra scorta personale di cellule e la produzione di collagene e fattori di crescita per ostacolare ed invertire gli effetti dell’invecchiamento cutaneo. Viene raccolta una piccola quantità di tessuto adiposo da cui si estraggono le cellule staminali che si iniettano successivamente direttamente nella cute. I primi risultati si evidenziano in 2/3 settimane con il graduale aumento di collagene ed elastina prodotti dalle cellule impiantate. Evidenti sono la riduzione di rughe e il miglioramento della texture cutanea; la pelle appare più liscia, sana, luminosa.

Quali sono i trattamenti poco invasivi?

Il natural filler è composto da cellule derivate dal proprio grasso. Può essere utilizzato in diverse parti del corpo per un certo numero di trattamenti. Agisce su rughe sottili e profonde, parti svuotate per vecchiaia e dimagramento. Vengono ridefiniti il contorno e la forma dell’ovale del viso, riempite le zone flaccide e cadenti, rinnovata la pelle. Questo filler dura quanto la vita delle cellule (diversi anni).

Quali sono gli interventi più richiesti dalle donne?

Per le donne la punta di diamanti resta rifarsi il seno. E da tanti anni faccio in modo che si abbia un seno bello e prorompente senza l'utilizzo di protesi e senza cicatrici (l'incisione è di 2 o 3 millimetri). Questo intervento (mastoplastica addittiva) permette un aumento del volume mammario con l’utilizzo del proprio grasso (lipofilling) con cellule staminali o fattori di crescita (PRP). Entrambi servono a stabilizzare il grasso e diminuire il suo fisiologico riassorbimento che avviene nei primi 6 mesi dall’intervento, quello che viene integrato nella mammella è permanente. L’aumento del volume mammario può essere di una o due taglie, il risultato estetico e al tatto è assolutamente naturale: mobile, morbido e sodo.

E quali dagli uomini?

Gli uomini sono favorevoli agli interventi di liposcultura. Io li eseguo attraverso una macchina Vaser originale (USA made) che uso da 12 anni e che permette di fare interventi (da addome, pancia, sottomento, fino alle gambe) in regime di day hospital con la caratteristica di avere un veloce recupero post operatorio. Il grasso prima di essere aspirato viene sciolto (tramite piccole cannule di accesso), e quindi vengono preservati i fasci neurovascolari l’azione degli US stimola la retrazione cutanea rimodellando i segmenti trattati.

Effettua un protocollo personalizzato della nutrizione?

Stabilisco una dieta personalizzata. Lo scopo è curare l’organismo dando cibi giusti eliminando tutte le cause di tossicità e fornendo i giusti messaggi per un percorso verso il benessere.

Che consiglio possiamo dare alle donne e agli uomini?

Di alimentarsi in modo corretto, che è la prima forma di prevenzione. Una cosa che tutti dovrebbero eliminare è lo zucchero, in tutte le forme. Soprattutto per prevenire i tumori: le cellule malate, infatti, hanno una cinetica molto più elevata di glicosi, cioè consumano più velocemente lo zucchero, di una cellula sana.

Un sogno per il futuro?

Mi piacerebbe avere a disposizione una struttura per fare i miei interventi in maniera gratuita, per chi ha qualche necessità ma non le risorse.

 

 

Per info e prenotazioni:  www.walterchiara.com

Condividi
comments

Bellezza