IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

Inestetismi addio con la bava di lumaca!

INESTETISMI ADDIO CON LA BAVA DI LUMACA!

a cura di Francesca Bocchi

www.dottoressafrancoise.com

Tra gli inestetismi più odiati dalle donne, acne e smagliature sono tra quelli più combattuti. La ricerca estetica continua a formulare nuove soluzioni per attenuare questi “difetti” e per migliorare la qualità della pelle.  

INESTETISMI ADDIO CON LA BAVA DI LUMACALa bava di lumaca, che fa parte della nostra tradizione territoriale, è una delle sostanze più studiate e ricche, in quanto costituita da una combinazione di sostanze biodisponibili: mucopolisaccaridi, acido glicolico, allantoina, collagene, elastina, proteine, Vitamine A-C-E e peptidi purificati. L’intensa attività idratante dei mucopolisaccaridi si combina con l’azione esfoliante dell’acido glicolico, l’effetto è bilanciato dall’efficacia lenitiva e protettiva dell’allantoina ed è quella di liberare la pelle da cellule morte e migliorare la penetrazione degli attivi nei strati più profondi della pelle. Agendo poi in sinergia con il collagene esogeno, si determina una produzione di collagene nativo maggiore.

La bava di lumaca, utilizzata da secoli nel nostro paese per curare cicatrici e rughe, negli ultimi tempi, sotto forma di crema, è impiegata per la cura di numerosi inestetismi tra cui gli esiti dell’acne e le smagliature.

Per valutare la reale efficacia di questo tipo di formulazione, sono stati recentemente condotti due studi, uno dal dipartimento di Chimica Farmaceutica dell’università di Pavia, che ha verificato l’efficacia della bava di lumaca sulle smagliature.

L’applicazione del prodotto per due mesi ha consentito infine di ottenere una riduzione apprezzabile visivamente e strumentalmente della profondità dell’inestetismo cutaneo esaminato.

Il secondo studio è stato condotto presso il centro sperimentale EVIC Italia per analizzare con metodi strumentali, gli effetti della bava di lumaca sui diversi segni dell’acne: arrossamenti, cicatrici, untuosità, iperpigmentazioni e pori dilatati.

L’analisi colorimetrica, effettuata all’inizio e dopo due mesi di trattamento, ha evidenziato una diminuzione rilevante delle discromie cutanee: in particolare si è registrata una riduzione dell’intensità del colore e della quantità di rosso, un aumento del parametro di luminosità cutanea. Dallo studio è stato anche dimostrato che l’uso continuativo della bava di lumaca contribuisce a ridurre iperpigmentazioni, arrossamenti, untuosità e cicatrici. E il tutto avviene senza alcuna irritazione e secchezza epidermica. La compatibilità cutanea è stata verificata inoltre mediante controllo dermatologico e i soggetti sottoposti al test hanno mostrato di apprezzarne la profumazione e consistenza.

Condividi
comments

Bellezza