IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

Fibromi penduli: cosa sono... di Francesca Bocchi

Fibroma pendulo

FIBROMI PENDULI: COSA SONO

a cura di Francesca Bocchi

www.dottoressafrancoise.com

Antiestetico e fastidioso perchè dà un aspetto “vecchio” alla pelle, il fibroma pendulo è una forma molto diffusa di neoplasia benigna che si presenta come escrescenza cutanea. Noto anche come “acrochordon” compare in maniera frequente dopo i 40 anni, in soggetti in sovrappeso e in qualsiasi distretto del corpo, nelle zone di maggiore sudorazione e macerazione come ascelle, collo e inguine, ma anche sul volto. Secondo alcuni studi esisterebbe una predisposizione genetica, secondo altri, vi sarebbe una correlazione tra la loro insorgenza e un processo infiammatorio acuto. Questi elementi peduncolati, singoli o multipli, hanno origine nel derma e sono costituiti da tessuto connettivo lasso, simile a derma papillare rivestito da epidermide sottile.

Di norma sono di piccolissime dimensioni, raramente arrivano a qualche millimetro di diametro e si possono associare a verruche seborroiche. Mantengono il colore dell’incarnato ma in caso di torsione appaiono pigmentati e possono andare incontro a necrosi e caduta spontanea. È forse questa eventualità che ha dato origine alla serie incontrollata di suggerimenti per la loro rimozione di natura “casalinga”. Si passa dallo strozzamento con filo di seta o lana al congelamento con azoto liquido, dall’affogamento con l’alcool all’utilizzo di nastro adesivo sino al più cruento taglio con lametta. Metodi che probabilmente come noto funzionano ma che possono causare sovrainfezioni, cicatrici permanenti e ancor più antiestetiche depigmentazioni. Senza parlare del rischio di aver scambiato il fibroma con qualcos’altro e allora le conseguenze potrebbero essere ben peggiori. Un corretto approccio terapeutico deve avere come protagonista il medico. Quando il fibroma è troppo grande è consigliato rimuoverlo in quanto è facile che esso sfreghi contro i vestiti e i gioielli, causando sanguinamenti e infezioni e le metodiche più semplici e diffuse sono la diatermocoagulazione e la radiofrequenza. Da eliminare anche quando la neoformazione fa la sua comparsa sulla palpebra, in quanto ingrandendosi può creare problemi alla vista. In tutti gli altri casi in cui il fibroma costituisce un semplice problema estetico il suggerimento è di intervenire ove si riscontri un disagio psicologico o il rischio di sanguinamento. La rimozione non causa alcun tipo di problema e per essere eseguita richiede pochi secondi. A disposizione del medico vi sono diverse metodiche crioterapia, tiraggio e taglio, laser, che non necessitano di anestesia.

Per cercare di prevenirne la formazione, si possono utilizzare lozioni corpo a base di acido glicolico, che leviga e mantiene una giusta esfoliazione della pelle, impedendone la crescita nelle zone delle pieghe corporee.

Condividi
comments

Bellezza