IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

Rimedio alle rughe naso-labiali... di Francesca Bocchi

Rimedio alle rughe naso-labiali

RIMEDIO ALLE RUGHE NASO-LABIALI

a cura di Francesca Bocchi

www.dottoressafrancoise.com

Le pieghe naso-labiali si trovano nella zona adiacente all'ala del naso, verso l'angolo del labbro. Queste scanalature appaiono sempre di più con l'avanzare dell'età, a seguito di una ptosi grasso verso il basso.

La presenza di pieghe nasolabiali quando diventano progressivamente sempre più profonde, sono una delle cause più comuni di consultazione dal medico estetico, perché contribuiscono ad una faccia triste e dall’aspetto invecchiato. Si può dare nuovo splendore al viso ricorrendo a iniezioni di acido ialuronico, ma l'approccio deve essere completo ed armonico e non essere limitato alle sole pieghe naso-labiali.

Attualmente, si propone, dopo aver analizzato attentamente il viso, un trattamento che parta dall'alto del viso e che comprenda le guance, la zona zigomatico-malare, per scendere verso le pieghe naso-geniene. Nel complesso si riesce a dare un aspetto giovanile al viso, con iniezioni mirate. Nella pratica, si inizia il trattamento con iniezioni di filler, in modo che l’ago vada a contatto con l’osso, trattando la zona dello zigomo e si utilizza un acido ialuronico volumizzante.

Nella prima sessione questo approccio dovrebbe essere quasi sistematico.

Nella stessa sessione se necessario, si completerà il trattamento agendo sulle guance, tramite iniezioni con agocannula. In questo caso il prodotto volumizzante si inietta meno profondamente, distribuendolo a ventaglio. Solo dopo questi “interventi” si possono guardare le rughe naso-labiali per poter valutare l'effetto dei due approcci precedenti.

Ci sono, convenzionalmente a questo livello ,due metodi: un metodo mediante iniezioni con un ago e un metodo d’iniezione attraverso una cannula con punta arrotondata. Tuttavia, la cannula è preferibile perché riduce drasticamente il rischio, già scarso, di iniettando acido ialuronico nell’arteria facciale, risulta inoltre meno traumatica, con meno ematomi e un ridotto numero di inoculi. Qualunque sia la tecnica utilizzata, bisogna utilizzare un prodotto moderatamente volumizzante, perché non viene iniettato in profondità.

L'effetto è immediato, il viso appare più giovane e ha un nuovo splendore, anche se servono due o tre settimane per ottenere l'effetto ottimale. Le sedute sono di solito brevi e non causano tempi di inattività. È necessario bere più acqua nelle prime 48 ore e massaggiare delicatamente, favorendo “l’apertura” dell’acido ialuronico e la sua distensione sul viso.

Condividi
comments

Bellezza