Ferdinando Asnaghi 230x120 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

Come preservare il “capitale bellezza”

capitale bellezza

a cura di Francesca Bocchi

www.dottoressafrancoise.com

La prevenzione dell'invecchiamento è uno degli scopi principali della medicina estetica, oltre all’abbellimento del viso e la sua correzione.

L'aumento dell'aspettativa di vita, i progressi scientifici nel campo dell'epigenetica e dei fattori di rischio per l'invecchiamento, l'evoluzione verso una medicina partecipativa sono tutti elementi per un approccio di prevenzione di tutti gli individui al fine di mantenere il “capitale salute e bellezza”.

Una routine di bellezza

L'invecchiamento cutaneo è il risultato dell'invecchiamento cutaneo intrinseco legato all'età (fattori genetici) ed estrinseco (fattori ambientali). La pelle è colpita da inquinamento, radiazioni, stress, tabacco, alimentazione, temperatura, carenza di sonno... In termini di cura della pelle, la prevenzione primaria consiste nell'utilizzare una crema da giorno protettiva idratante e antiossidante, una crema solare ogni 3 ore se necessario e la sera, una pulizia adeguata e riparare con una buona idratazione associata a principi attivi (retinolo, AHA) in base al tipo di pelle. Questa routine è inseparabile da uno stile di vita sano: sonno di qualità, dieta equilibrata, esercizio fisico regolare, gestione dello stress, eliminazione delle tossine (tabacco, alcool), protezione solare e... scelta di un luogo dove vivere "ecologico".

La menopausa provoca carenza di estrogeni

La menopausa accelera l'invecchiamento intrinseco per carenza di estrogeni. Le donne in postmenopausa in terapia ormonale sostitutiva hanno un aumento dello spessore della pelle misurato mediante biopsia cutanea o ultrasuoni. Pertanto, la TOS quando autorizzata consente di evitare l'atrofia cutanea nelle donne. La prevenzione secondaria corrisponde al trattamento quando compaiono i primi segni per contrastare l’invecchiamento. L'uso della tossina botulinica (due volte l'anno) che agisce attraverso il rilassamento muscolare sulle rughe dinamiche del terzo superiore del viso: le rughe dei leoni, le rughe orizzontali della fronte e le zampe di gallina possono correggere e stabilizzare queste rughe. L'acido ialuronico ha dimostrato la sua azione di riempire e ripristinare i volumi, ma anche il suo ruolo di potenziatore della pelle e per l'effetto di stimolazione fibroblastica. Il monitoraggio a lungo termine del paziente e numerose pubblicazioni scientifiche confermano gli effetti benefici a lungo termine sull'invecchiamento e sulla struttura della pelle.

Quindi, per preservare il capitale bellezza, optare per uno stile di vita sano, una routine cosmetologica regolare stabilita molto presto, botox / acido ialuronico combinato con tecniche di stimolazione fibroblastica. Bisogna iniziare presto, soprattutto prima della menopausa! E per la pelle giovane usare la combinazione peeling / booster pelle / LED.

Condividi
comments

Bellezza