Ferdinando Asnaghi 230x120 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

DERMAL MEDICAL DIVISION - Due anni di attività, 20Ml di fatturato e oltre 1000 studi medici clienti



Due anni di attività, 20 milioni di euro di fatturato e oltre mille studi medici clienti.  Dermal Medical Division, grazie al successo della collaborazione con gli studi odontoiatrici, si conferma una realtà imprenditoriale con i numeri giusti per puntare al futuro.

Dopo neppure 2 anni di attività il bilancio di Dermal Medical Division mostra numeri ragguardevoli ben oltre le più ottimistiche previsioni: un fatturato annuo di oltre 20 milioni di euro (+100% rispetto l’anno prima) e un bacino di 1090 studi medici, cinque volte il numero registrato nel 2010. Merito di un’idea imprenditoriale vincente che ha saputo intercettare un’esigenza di mercato rappresentata dal settore odontoiatrico, offrendo alla categoria un’opportunità di crescita sia in termini di business sia di esperienza professionale.

«Non bisogna stupirsi del fatto che anche un dentista possa occuparsi della bellezza complessiva di un viso» sottolinea Massimo delle Grazie, direttore generale di Dermal Medical Division. I trattamenti estetici specifici per i tessuti molli intorno alla bocca possono rientrare legittimamente nell’ambito dell’attività dell’odontoiatra: tali interventi, visti come completamento della riabilitazione estetica del paziente da parte dell’odontoiatra, spesso «risolvono problemi di carattere psicologico, con le conseguenze che ne derivano» e, dunque, possono rientrare nelle finalità terapeutiche oltre che estetiche.

«Gli esordi non sono stati facili – ricorda il dottor Delle Grazie – non tanto per la tipologia di prodotto messa a disposizione, quanto piuttosto per una questione di cultura: non stavamo semplicemente proponendo una nuova tecnologia, stavamo chiedendo un cambio di mentalità. E, dopo pochi mesi, la perplessità ha lasciato spazio all’entusiasmo e all’intraprendenza, con risultati al di là delle iniziali aspettative».

A confermarlo non sono solo i grandi numeri ma le collaborazioni che si sono susseguite nel corso dei mesi: dalla partnership con ANDI, l’Associazione Nazionale Dentisti Italiani, ai più importanti Atenei a livello nazionale (tra cui le Università Tor Vergata e La Cattolica di Roma, l’Università Aldo Moro di Bari) con convegni, seminari e vere e proprie lezioni universitarie.

Proprio dal mondo accademico si registrano interessanti commenti che confermano la validità del progetto imprenditoriale che ha incontrato l’entusiasmo e l’interesse della categoria. Come conferma il prof. Roberto Grassi, titolare della cattedra di Parodontologia ed implantologia dell’Università degli studi Aldo Moro di Bari: «intervenire sull’estetica del sorriso non solo con terapie che riguardano i denti, come sino ad oggi si è fatto, ma integrandole con tecniche di medicina estetica finalizzate alla ricerca di un’armonia del viso rappresenta un’opportunità per la categoria. La professione del moderno e aggiornato odontoiatra deve necessariamente aprirsi a questi nuovi scenari».

Gli fa eco il prof. Andrea Forabosco, presidente del corsi di laurea di Igiene dentale all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia: «La vocazione del dentista è curare le affezioni del cavo orale allo scopo di ridare il sorriso ai propri pazienti. Perché non allargare la propria sfera d’azione proponendo loro di intervenire sul viso, per eliminare i segni del tempo e far risaltare ancora di più la bellezza di un sorriso messo a nuovo? Gli odontoiatri si occupano già di trattamenti che hanno una finalità estetica e queste rientrano nelle loro competenze di tutela della salute del paziente, salute intesa in senso globale».

LE TECNOLOGIE A DISPOSIZIONE DEI DENTISTI E DEGLI ODONTOIATRI

Ed è su queste premesse che si basa la ricerca di Dermal Medical Division che propone a dentisti e odontoiatri due apparecchiature elettromedicali all’avanguardia: MedRF e MedLITE.

MedRF si basa sul principio della radiofrequenza. Si tratta di una tecnologia che interviene efficacemente su rilassamento cutaneo, segni di espressione, rughe più o meno profonde, svolgendo un’azione antiaging, rassodante e rimodellante dei tessuti, con effetto biolifting.

MedLITE sfrutta la luce pulsata ed è efficace per i trattamenti di fotoringiovanimento, l’eliminazione delle macchie cutanee e anche l’epilazione. I risultati, spiega Massimo delle Grazie, sono «naturali e progressivi» e, soprattutto, «non invasivi».

Le tecnologie di ultima generazione di Dermal Medical Division, garantite dai più severi enti certificatori internazionali in tutte le fasi produttive, consentono di intervenire sulle manifestazioni correlate all’invecchiamento cutaneo, garantendo soluzioni non invasive ma altrettanto efficaci. In quest’ottica, gli apparati Dermal Medical Division rappresentano sia una valida alternativa alla chirurgia estetica e ai filler sia, eventualmente, un loro ottimale completamento.

Tali apparati sono frutto del lavoro sinergico suddiviso tra il comitato ingegneristico, che segue il processo produttivo, interamente made in Italy; la divisione R&S, che si occupa della progettazione di tecnologie efficaci e dotate di componentistica all’avanguardia; il comitato scientifico, che in fase di preproduzione ne testa efficacia e sicurezza.

 

I SERVIZI OFFERTI

 

Nell’ottica di voler soddisfare tutte le esigenze dei clienti professionali e dei pazienti, Dermal Medical Division mette a disposizione: formazione costante e continua, necessaria per l’utilizzo ottimale degli apparati; assistenza post vendita tecnologica e scientifica; formule commerciali agevolate che prevedono il comodato d’uso gratuito o il noleggio degli apparati; e, soprattutto, la promozione del medico affiliato attraverso il call center interno all’azienda che indirizza i contatti pervenuti allo studio medico più vicino.

 

Ufficio Stampa Echo srl

Elisa Piacentini

Condividi
comments

Benessere