IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

Ginseng, la pianta “a forma di uomo” e la pozione della longevità

ginsengNon ha bisogno di presentazioni, poiché è la pianta “energizzante” probabilmente più nota e usata al mondo. Ginseng è il nome comune dell’erba perenne Panax ginseng (dal cinese jen-shen «pianta-uomo», per l’aspetto umano che talvolta assume la radice) e della droga che se ne ricava. Originaria dell’Asia Nord-orientale (dov’è chiamata "la pozione della longevità") e usata fin dall’antichità nella Medicina tradizionale cinese, questa pianta è un vero e proprio concentrato di proprietà benefiche per il nostro organismo, tra cui si annoverano quella antiossidante, antipiretica, adattogena, immunostimolante, antistress e antidepressiva. Grazie alla sua azione ipocolesterolemizzante, ipotensiva e vasodilatatrice, è perfetta per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo nel sangue e i valori della pressione sanguigna. Anche se il suo nome botanico latino suggerisce una abilità da panacea, la moderna farmacologia riconosce soprattutto un’azione tonica e corroborante. Infatti, grazie alla sua combinazione unica di componenti e principi attivi agisce su una vasta gamma di funzioni come l'assorbimento del glucosio, la funzione cerebrale, la respirazione e le ghiandole endocrine. La radice è usata come tonico per invigorire e combattere la fatica, la ridotta capacità sul lavoro, la concentrazione, e nella convalescenza. Secondo la medicina Ayurvedica, il Panax ginseng è una delle piante maggiormente toniche e ringiovanenti, rivitalizza il corpo e la mente. È in grado di aiutare il nostro organismo a sostenere un’intensa attività fisica e mentale. Nostro grande alleato durante l’attività e la fatica fisica, aiuta a contenere la produzione nei muscoli di acido lattico e di acido piruvico (che possono provocare la comparsa dei fastidiosi crampi). Inoltre, favorisce la benefica ossigenazione del sangue, ne riduce i livelli di tossine e incrementa la funzionalità respiratoria, migliorando di conseguenza le performance fisiche e sportive. Come alleato della mente, il ginseng favorisce una migliore capacità di apprendimento e reattività della memoria, la soglia di attenzione e l’umore. Potenzia le difese immunitarie e aumenta la capacità di resistenza a stress e tensioni, grazie alla capacità di stimolare il rilascio di cortisolo nell’organismo. Il ginseng fa anche parte degli alleati naturali afrodisiaci. Alla sua capacità di combattere efficacemente lo stress, si collega infatti quella di intervenire positivamente nella risoluzione di alcuni problemi sessuali, come l'impotenza, la frigidità e la mancanza di desiderio. Ginseng, la panacea di tutti i mali? No, ma quasi: certamente un toccasana per la salute e il nostro benessere!

Marica De Bonis

Condividi
comments