IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

L'erisimo, erba dei cantanti cura anche la gola dei nostri amici animali

benefici erisimo erba cantanti infiammazioni gola raucedine problemi voce

 

Cover MI24 Gen-Feb 2018

 

Tratto da "Milano 24orenews" - febbraio 2018 

In questi mesi, che sono tra i più freddi dell’anno, ci affliggono piccoli malanni quali raffreddore, tosse, mal di gola, spesso accompagnati da febbre, che rendono meno piacevole l’inverno. Leggeri malesseri stagionali che fanno comunque abbassare il nostro livello di benessere e serenità. Per fortuna anche in inverno ci viene in aiuto la natura, con uno dei suoi ‘doni’ forse meno conosciuti, ma ricchi di storia e proprietà benefiche per la nostra salute. Stiamo parlando dell’Erisimo, chiamato “erba dei cantanti” o “erba dei cantori”. Deve il suo nome all’azione antinfiammatoria e antisettica sulle vie respiratorie, in particolare il suo utilizzo è consigliato nel trattamento delle infiammazioni della gola, nei casi abbassamento o perdita momentanea della voce conseguente a laringite, faringite e tracheite ma anche delle irritazioni dovute al troppo fumo. Il suo nome scientifico, “Erysimum officinalis”, rivela che già gli antichi ne conoscevano apprezzavano le proprietà benefiche per la voce, infatti in greco antico “eruo” significa “io salvo” e “oimos” significa “il canto”. Inoltre, secondo la tradizione, nel XV secolo i cantori della cattedrale parigina Notre-Dame la utilizzavano per tonificare le corde vocali.Studi recenti attribuiscono queste proprietà alla presenza di mucillagini e a composti solforati, simili a quelli del rafano, che conferiscono all’erisimo attività fluidificante ed espettorante delle secrezioni bronchiali. Ciò lo rende un ottimo rimedio per la tosse e per lenire la secchezza o le irritazioni della gola dovute al troppo fumo (problematiche che ovviamente sono molto serie per un cantante, un attore, o chiunque lavori con la voce!).

Uso e dosi. Laringiti, faringiti e tracheitipossono essere alleviate ma anche prevenute grazie all’utilizzo di questa pianta sotto forma di tisana, di tintura madre o di compresse. La prima (che si trova facilmente in erboristeria) è più indicata in fase preventiva ma si può assumere anche ai primi sintomi di mal di gola, mentre le altre hanno un effetto maggiormente curativo e dunque sono consigliate nelle fasi più avanzate dell’infiammazione alla gola. Della tintura madre se ne consigliano invece 30-40 gocce da assumere con un po’ d’acqua per 2 o 3 volte al giorno. La dose delle capsule o compresse è invece scritta sulle confezioni.

Controindicazioni. Come tutte le erbe anche l’erisimo va utilizzato con cautela. È da evitare in caso di allergia alle crucifere, per i soggetti ipotiroidei e, come la maggior parte delle piante, è assolutamente sconsigliato a chi è in dolce attesa o allatta.

L'erisimo cura anche i nostri amici animali. Può essere infatti utilizzato anche sotto forma di decotto per curare la laringite del nostri amici a quattro zampe, cane o gatto, nel periodo invernale.

Marica De Bonis

Condividi
comments