Ferdinando Asnaghi 230x120 Synlab 2020 115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

L'uso degli antibiotici in Italia - Rapporto nazionale anno 2018

L'uso degli antibiotici in Italia - Rapporto nazionale anno 2018

A cura di AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco

INTRODUZIONE. L’antibiotico-resistenza rappresenta una delle principali problematiche di salute pubblica a livello globale. In ogni regione del mondo si stanno sperimentando nella pratica clinica gli effetti della resistenza, ovvero l’incapacità di un antibiotico, somministrato alle dosi terapeutiche, di inibire la crescita o la replicazione di un microrganismo. La perdita di efficacia degli antibiotici attualmente disponibili rischia di mettere in crisi i sistemi sanitari, causando sia l’aumento della mortalità per infezioni che maggiori costi sanitari e sociali. Poiché l’antibiotico-resistenza è un fenomeno multifattoriale e multisettoriale, interventi singoli e isolati hanno un impatto limitato. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), riconoscendo che si tratta di un problema complesso da affrontare esclusivamente con interventi coordinati e globali, ha presentato già nel 2015 un Piano d’Azione Globale, in un’ottica One Health, ovvero un approccio mirato a promuovere l’uso appropriato degli antibiotici che coinvolga in modo integrato sia l’ambito umano che veterinario. La Commissione Europea ha pubblicato nel 2017 il Piano “A European One Health Action Plan against Antimicrobial Resistance”, con il duplice obiettivo di ridurre il divario tra gli Stati Membri per quanto riguarda l’uso degli antibiotici e incoraggiare l’adozione e l’attuazione di piani nazionali di contrasto. Infine, il Gruppo di Coordinamento inter-agenzie sulla Resistenza Antimicrobica (IACG) ha pubblicato nel 2019 il rapporto “No Time to Wait. Securing the future from drug-resistant infections”, in cui si richiede un’azione immediata, coordinata e ambiziosa per scongiurare una potenziale crisi determinata dalla resistenza microbica ai farmaci. Nelle dichiarazioni della riunione dei Ministri della Salute del G20, tenutasi a Osaka il 19 e 20 ottobre 2019, nel riaffermare l’impegno a intraprendere azioni urgenti per affrontare la minaccia globale della resistenza antimicrobica, è stata ribadita la necessità della raccolta di dati affidabili per la sorveglianza dell’antibiotico-resistenza e per il monitoraggio del consumo degli antibiotici. In Italia nel 2017 è stato approvato il Piano Nazionale di Contrasto dell’Antimicrobico Resistenza (PNCAR 2017-2020), in coerenza con il Piano d’Azione Globale One Health. Successivamente è stato istituito un Gruppo Tecnico di Coordinamento con il compito di vigilare sull’attuazione degli obiettivi previsti dal piano. Tra gli ambiti di intervento il PNCAR prevede la sorveglianza dei consumi sia nel settore umano che veterinario. La situazione italiana è critica sia per quanto riguarda la diffusione dell’antibioticoresistenza sia per il consumo degli antibiotici; infatti, nonostante il trend in riduzione, il consumo continua a essere superiore alla media europea, con una grande variabilità tra le regioni. Nelle mappe europee relative alla distribuzione dei batteri resistenti in Europa, l’Italia detiene insieme alla Grecia il primato per diffusione di germi resistenti. Una delle ragioni per cui si sta assistendo in Italia e nel mondo a questo aumento di resistenze batteriche è l’uso non sempre appropriato degli antibiotici. Utilizzare gli antibiotici con attenzione deve essere un impegno e un dovere per tutti, dai professionisti sanitari alla popolazione generale. Introduzione 9 Il presente Rapporto dedicato agli antibiotici ad uso umano consente di monitorare l’andamento dei consumi e della spesa in Italia e al contempo di identificare le aree di potenziale inappropriatezza d’uso. Le analisi presentate riguardano l’uso degli antibiotici in regime di assistenza convenzionata, con focus sui consumi nella popolazione pediatrica e sulle prescrizioni di fluorochinoloni in sottogruppi specifici di popolazione. Infine, oltre all’analisi sull’uso degli antibiotici in ambito ospedaliero, è stata inclusa anche quella sull’acquisto privato di antibiotici di fascia A e la valutazione degli indicatori di appropriatezza prescrittiva.

 

fonte: Ministero della Salute 

Leggi/scarica l'articolo Rapporto antibiotici anno 2018 

 

L'uso degli antibiotici in Italia - Rapporto nazionale anno 2018

A cura di AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco

Condividi
comments

Salute

2.0