Oci new blue TRIS

L’ispirazione

/O-ci/ In dialetto veneziano, significa occhi, ma è anche una curiosa metafora che i veneziani utilizzano per descrivere “lo sguardo della laguna”, vale a dire le finestre che – nelle loro diverse forme e con i loro diversi stili architettonici -adornano i palazzi e gli edifici della loro città. A Venezia, particolarmente famosa è la Casa dei Tre Oci – affacciata sul Canale della Giudecca – splendido esempio di architettura neogotica di inizi ’900: una vera e propria casa della cultura, capace di mantenere la sua vocazione intellettuale fino a oggi.

La collezione

Insieme a Sottoportico e a Sottovolto, Oci conclude la sequenza dei tappeti – tutti ideati dalla designer Seraina Lareida – che vogliono essere un omaggio alle forme inconfondibili e all’irresistibile fascino delle architetture di Venezia, ricche di incanto e cariche di suggestione. E proprio per raccontare “lo sguardo della laguna” nelle sue infinite varietà di forme e di composizioni, questo tappeto rivela un carattere modulabile: è infatti composto da 3 differenti sagome che, accostate tra loro, formano un unico complemento, capace di fondere armonicamente le singole parti in una nuova lettura grafica e d’insieme.

Info tecniche

Come Sottovolto, anche Oci è realizzato da artigiani italiani mediante la tecnica del tufting attraverso telaio verticale, con l’utilizzo di lana neozelandese di altissima qualità. Disponibile in 3 grandezze diverse – 70 cm L x 130 H, 110 cm L x 200 H e 150 cm L x 280 H – oltre che in 3 forme differenti e in 3 diverse varianti di colore, verde/mattone, giallo/grigio scuro oppure arancione/rosa cipria, anche in questo complemento ritroviamo l’utilizzo di filati di tipologie differenti e di diverse lunghezze, per una trama totalmente composita, anche al tatto. È infine possibile la realizzazione di pezzi su misura per dimensioni e per colori.

www.portego.it – press@portego.it