Tegole rotte ph di Hans Pixabay

Che si tratti di un appartamento individuale o di un condominio, il tetto è una delle parti fondamentali della propria casa, dal momento che garantisce stabilità e protezione, proteggendo l’edificio a qualsiasi danno che possa essere legato a condizioni atmosferiche, cadute improvvise e tanto altro ancora. Così come tante altre parti della propria casa, anche il tetto dovrà essere oggetto di manutenzione costante, dal momento che alcune delle sue componenti – come le tegole – possono andare incontro a rottura: ma per quale motivi? Di seguito, si indicano le possibili cause di una tegola rotta e l’importanza di intervenire per la sua sostituzione, scongiurando possibili conseguenze per il tetto e per la propria casa.

Le possibili cause della rottura di una tegola

La rottura di una tegola può essere un evento improvviso ma, allo stesso tempo, assolutamente regolare e previsto per il proprio appartamento, soprattutto se non si provvede ad una manutenzione costante nel corso degli anni. Ma quali sono le cause che possono comportare un malfunzionamento di questi strumenti? Generalmente si parla di:

  • Le tegole sono datate e l’effetto delle intemperie accelera il loro invecchiamento;
  • Il tetto non è curato e gli interventi di manutenzione non sono costanti;
  • La neve o la pioggia troppo intensa (specie in zone di montagna o particolarmente piovose) corrode i materiali della tegola;
  • L’azione del vento consuma la superficie della tegola;
  • L’azione dell’uomo, nel caso di manutenzione di antenne o camini, che potrebbe rovinare la tegola utilizzando strumenti pesanti o con le proprie scarpe;

Le possibili conseguenze di tegole rotte

Quando una tegola va incontro a rottura non bisogna assolutamente sottovalutare la cosa, dal momento che ciò costituisce un problema non soltanto dal punto di vista estetico, ma anche per tutte le possibili conseguenze che possono presentarsi per il tetto stesso e per l’appartamento sottostante. In termini generali, la tegola o il cotto sono adibite all’impermeabilizzazione dell’appartamento e per evitare che si generino dei ristagni d’acqua che possono accumularsi, con degli effetti negativi per il proprio soffitto: quest’ultimo, infatti, potrebbe iniziare a presentare tracce di umidità o addirittura marcire, con dei danni che sarebbero molto difficili da riparare, soprattutto quando non è presente uno strato di coibentazione sottotegola. E ancora, la funzione isolante del tetto viene meno e ciò causa temperature più alte in estate e più fredde in inverno, non agendo perfettamente quella funzione termoregolatrice delle tegole. Infine, anche la superficie lignea del tetto, oltre che le murature del proprio appartamento, può andare incontro a rotture, con distaccamento dell’intonaco e sfogliamento della tinteggiatura.

Come risolvere il problema delle tegole rotte?

Nel caso in cui ci si renda conto che una tegola è rotta, si consiglia di non aspettare gli effetti negativi che sono stati precedentemente indicati, affidandosi immediatamente ad un professionista del settore; la scelta non potrà essere casuale, poiché l’intervento dovrà essere realizzato in maniera precisa e sicura. Nel caso in cui si ricerchi un operatore al quale affidarsi, si consiglia di dare uno sguardo a degli addetti ai lavori preparati nel campo: insieme ad altri interventi di riparazione, infatti, Pro-tetto.it si occupa anche di ristrutturazioni tetti, così da mettere a punto la sostituzione delle tegole in maniera corretta. In genere, l’intervento consta della sostituzione delle sole tegole, nel caso in cui queste ultime non intacchino la struttura complessiva dell’appartamento e del tetto; nel caso in cui, invece, ci siano delle problematiche maggiori, sarà necessario sostituire l’intero manto, specie quando questo è datato (dunque, nel caso in cui siano trascorsi almeno 30 anni dalla prima posa) o nel caso in cui sia stato realizzato con poca cura o materiali scadenti.

Articolo precedenteCome TikTok trasforma il marketing digitale per le aziende
Articolo successivoLe Vele d’Epoca dell’Alto Tirreno – Trofeo Valdettaro