24orenews Web E Magazine

Fiera degli O bej O bej!

Da domenica 5 dicembre 2010 a mercoledì 8 dicembre 2010

MILANO: Il nome (che in dialetto significa: Oh belli! Oh belli!) pare che derivi dalle esclamazioni di gioia dei bambini milanesi quando nel 1510, osservarono i doni portati dall’inviato di papa Pio IV, Giannetto Castiglioni. A quei tempi i prodotti esposti erano poveri e soprattutto gastronomici: i famosi ‘firon’, che altro non erano che castagne da caldarroste che erano infilate a decine in lunghi fili avvolti, il castagnaccio, la mostarda, le bambole di pezza e qualche vestito. Oggi il mercatino è alla portata di tutti e di tutte le tasche e offre soprattutto piccolo antiquariato, artigianato e dolciumi.  Ponte dell’Immacolata. Nei giorni dell’immacolata la città si trasforma e assume una sembianza intima e calorosa. Cosa c’è di più bello allora di trascorrere il Ponte dell’immacolata in un luogo che offre tanto dal punto di vista artistico e culturale e nel quale si può fare l’esperienza della visita ad un antico e suggestivo mercatino di Natale?



La Fiera degli Obej Obej è il più caratteristico dei mercatini milanesi e si tiene a partire dal 7 dicembre il giorno del Patrono della città: Sant’Ambrogio. Le origini storiche del mercato degli Obej Obej risalgono al 1288 quando la festa in onore di Sant’Ambrogio si svolgeva nella zona di Santa Maria Maggiore, meglio conosciuta come Duomo, nell’omonima Piazza. Il nome della nota fiera risale invece al 1510 quando la città accolse Giannetto Castiglione, primo Gran Maestro dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro che era stato incaricato da Papa Pio IV di recarsi a Milano nel tentativo di riaccendere la devozione e la fede verso i santi da parte dei milanesi. Dal momento che la popolazione milanese, in quel momento, non manifestava particolare simpatia nei confronti del Papa Giannetto pensò bene di arrivare in città con un gran numero di pacchi pieni di dolciumi e giocattoli. Entrato a Milano cominciò a distribuirli ai bambini che si radunavano intorno al corteo insieme ad una gran folla di cittadini.


I bambini alla vista dei regali esclamarono “Oh Bej Oh Bej” ( O che belli!). Da allora il mercato in occasione di Sant’Ambrogio prese il nome di Fiera degli Obej Obej. Nelle bancarelle si vendevano vestiti, vecchi giocattoli e soprattutto prodotti gastronomici. Tra i prodotti tipici oltre a mostarda e castagnaccio c’erano i fioròn castagne affumicate al forno, bagnate di vino bianco e infilate in lunghi spaghi. Alle Origini la fiera, come accennato, si svolgeva in Piazza dei Mercanti, vicinisima al Duomo, dal 1886 la fiera si spostò tutto intorno alla superba Basilica di Sant’Ambrogio, capolavoro del romanico italiano ed europeo, dove è rimasta fino al 2006. Oggi gli Obej Obej si festeggiano nell’altrettanto affascinante cornice del Castello Sforzesco. Con il passare degli anni e la possibilità di comprare merce proveniente da ogni parte del mondo la Fiera è stata suddivisa in sezioni (Italia, Europa, Paesi Extraeuropei) per cui si può trovare sia l’artigianato italiano che i prodotti artigianali di altri Paesi. La Fiera degli Obej Obej si svolgerà quest’anno da domenica 5 dicembre fino a venerdì 10 dicembre 2010. Per la gioia dei bambini di tutte le età a Milano, dal 4 dicembre al 9 gennaio 2011  si entra in un mondo incantato con il Villaggio delle Meraviglie. Il Villaggio nasce dall’idea di sue società specializzate nell’ideazione e realizzazione integrale di grandi eventi pubblici e privati. Allestito presso i Giardini di Porta Venezia il Villaggio delle Meraviglie ha tre entrate contraddistinte da diverse scenografie. All’interno del villaggio una delle attrazioni più attese, anche dagli adulti, è la pista di pattinaggio che permetterà di vivere delle indimenticabili emozioni nel cuore della città tra alberi secolari e monumenti storici. Il prezzo per gli adulti è di 6 Euro all’ora compreso il noleggio dei pattini. I Bambini pagano un’ora di patinaggio e il noleggio dei pattini 4 euro. Chi utilizza i pattini propri al costo di 6 euro potrà pattinare senza vincoli di orario. Tra gli appuntamenti più attesi dai bambini ci sono naturalmente quelli con Babbo Natale e con la Befana che, dal 6 gennaio in poi, riempirà le calze di dolci o di carbone.

Il Castello di Cristallo è una struttura trasparente all’interno della quale si susseguono attività e intrattenimento per bambini di tutte le età. Tra le attività più richieste c’è la Scuola di Circo che inviterà grandi e bambini a cimentarsi nelle più straordinarie performance, di sbizzarrirsi nel trucco e in tanti altri giochi da studiare e personalizzare. La sera il Castello di Cristallo si trasforma nella location ideale per feste a tema e cene di gruppo. Non manca naturalmente un cinema 4D, la Slitta di Babbo Natale e il delizioso Mercatino degli Elfi: tanti piccoli chalet di legno, ricchi di decorazioni e luci di Natale all’interno dei quali acquistare specialità gastronomiche e mille curiosità. Per riscaldarsi e ristorarsi c’è anche una Area Attrezzata all’interno della quale verrà organizzato il Cenone del Capodanno 2011.

Fonte:UffStampBaratto

Articolo precedenteSUL VOLTO SI POSSONO MANIFESTARE LE MALATTIE SESSUALI
Articolo successivoLOMBARDIA. SANTA MARIA DI VERSA (PAVIA) FESTIVAL ULTRAPADUM 2010