Silvana Giacobini, Alfonso Signorini, Daniela Javarone, Cristiano Malgioglio e Mario Furlan
Silvana Giacobini, Alfonso Signorini, Daniela Javarone, Cristiano Malgioglio E Mario Furlan

CENA DI GALA DA GIANNINO

Una piacevole serata in compagnia di tanti “amici” di quella Milano generosa che accoglie, sempre volentieri, iniziative all’insegna della solidarietà e della cultura ma anche del glamour e (perché no) del buon gusto. Una cena di gala organizzata dal Presidente degli “Amici della Lirica” Daniela Javarone e dal suo fondatore, il marchese Alberto Litta Modignani: l’evento si è svolto il 30 maggio 2013 da “Giannino”, noto ristorante tra i più frequentati dalla ricca borghesia milanese. Ospite d’onore Alfonso Signorini, che ha presentato il suo recente lavoro “Amore folle amore”, l’affascinante storia d’amore di due tra i più intriganti protagonisti dell’America dei cosiddetti “anni ruggenti”: la biondissima Zelda Sayre, la “maschietta” che turbò l’America, e Francis Scott Fitzgerald, di cui fu moglie e musa. Numerosissimi gli ospiti che hanno acquistato il libro e si sono messi in coda per la dedica con la firma dell’autore. Il ricavato della vendita è stato totalmente devoluto all’associazione Onlus “City Angels”, che opera da quasi vent’anni in molte città d’Italia grazie agli affiliati volontari.

ALFONSO SIGNORINI:

«Queste storie le scrivo… perché non le vivo»

Da Giannino sono arrivati più di 150 invitati, imprenditori, vip e tanti personaggi del mondo milanese: Silvana Giacobini, Cristiano Malgioglio, Evelina Flachi, Samy Gattegno, Andrea Mascaretti, Mariolina Moioli, Paola Neri, Rosaria Alibrandi, Federica Pittaluga, Giordana Mill, il nuovo direttore de “Il Giorno” Giancarlo Mazzuca e i giornalisti Ivan Rota e Raffaella Parisi, per non citarli tutti. Dopo il frizzante cocktail di benvenuto a base di bionde bollicine gustando deliziosi stuzzichini, “Daniela Javarone” invita gli ospiti a recarsi in sala per accomodarsi ai propri posti, a tavola. Spazio ai tradizionali saluti e ringraziamenti, prima ad Alfonso Signorini e agli altri ospiti e infine a quanti avevano contribuito ad organizzare la serata, quindi ha inizio la cena. Tra un buon risotto agli asparagi e calici di ottimi vini a scelta tra rosso e bianco, prende la parola Silvana Giacobini che, dopo aver ricordato il lungo “pezzo di strada” condiviso professionalmente con Alfonso, a cui è anche legata da una profonda amicizia, presenta il libro “Amore folle amore”. La Giacobini introduce (ma senza dilungarsi troppo) i due protagonisti Zelda e Scott, come li ha visti e narrati l’autore, poi elogia la scelta dell’avvincente storia, le doti di scrittura dell’autore e l’intensità di emozioni che lascia il suo racconto, e conclude: «è un libro che farà sognare e lascerà forti emozioni». «Perché questo libro? Perché Zelda e Scott?», prende quindi la parola Alfonso Signorini, e spiega: «mi ha affascinato il loro amore estremamente raffinato, mai banale, spregiudicato ma mai volgare… È la più mélo delle storie. Queste storie, sapete, le scrivo… perché non le vivo – dice ridendo -. Non è una storia romantica ma è nuda e molto cruda, nella fisicità come nei sentimenti: mi porterò sempre dentro le intense emozioni che Zelda e Scott mi hanno dato, e spero di essere riuscito nell’intento di trasmetterle a chi leggerà questo mio libro».

Carlos Lòpez

Photo Gallery

© Nick Zonna

 

Articolo precedenteTRE GENITORI PER UN FIGLIO
Articolo successivoMODA.. ESTATE LO SCAMBIO DI CASA PER LE VACANZE